Privacy Policy politicamentecorretto.com - Neve e gelo: centinaia di migliaia di animali selvatici sono morti. Stop alla caccia. Appello al Governo!

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Neve e gelo: centinaia di migliaia di animali selvatici sono morti. Stop alla caccia. Appello al Governo!

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

Intervento della senatrice Donatella Poretti parlamentare Radicali - Partito Democratico

 

Ritengo inaccettabile e grave il silenzio delle Regioni in merito all'allarme lanciato dalle associazioni ambientaliste ed animaliste per l'ondata di straordinario maltempo che ha portato neve e gelo in Italia e che ha causato la morte di centinaia di migliaia di animali selvatici, soprattutto uccelli. Prima la siccità e poi il freddo polare hanno avuto conseguenze gravissime sulla sopravvivenza di tutta la fauna le cui popolazioni sono notevolmente diminuite. Mi aggiungo all'allarme di queste associazioni e chiedo al Governo e in particolare al Ministro dell'Ambiente un intervento immediato per bloccare la caccia: la fauna selvatica è un bene indisponibile dello Stato, che ha il compito e il dovere di tutelarla e difenderla sopra ogni interesse di parte.
Dove sono le associazioni venatorie estremiste, che sostengono disegni di legge oggi in discussione per l'allungamento della stagione venatoria, l'ampliamento del numero delle specie cacciabili, la depenalizzazione dei reati, la "caccia selvaggia"? E' urgente adottare provvedimenti che tutelino la fauna, come la sospensione dell'attività venatoria, proprio perché la perdita di biodiversità in Italia è sempre più grave.

Invia commento comment Commenti (0 inviato)

Altre notizie