Privacy Policy politicamentecorretto.com - IO, DEL Pd FINO A IERI, OGGI PROVO SOMMESSA VERGOGNA DEGLI UOMINI DEL Pd…

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

IO, DEL Pd FINO A IERI, OGGI PROVO SOMMESSA VERGOGNA DEGLI UOMINI DEL Pd…

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

 

Sarei pronto a rimetterci tutte e due le mani se qualcuno volesse darmi intendere con successo che il partito democratico sta lottando per il bene del paese, neo-segretario compreso. Basterebbe guardare in faccia questi signori per capire, senza fatica alcuna,  che quel poco che è rimasto di detto partito, anche se viene dato in crescita di circa un punto, è velenosamente proteso verso la ricerca di un riscatto che non verrà mai. Ripeto mai ! Ormai, come è successo allora per Forza Italia, il Pd non sarà infatti più capace di convincere in direzione di una riviviscenza in quanto, con le sue baruffe interne, si è screditato in maniera esponenziale e soprattutto irreversibile. Per risuscitare esso dovrebbe vendere l’anima al diavolo, come fece Toto’ in un suo famoso film sul Giro d’Italia…

Rimettere insieme i cocci non è cosa facile, anzi del tutto impossibile, anche perché le facce sono sempre quelle, capaci come sono di destare solo commiserazione affettiva…tanto per adoperare un eufemismo.

Ora all’Italia conviene andar avanti con il governo che abbiamo, nella consapevolezza che, facendolo cadere, allora si  finirebbe nel baratro sociale, economico, sociale e quant’altro. Insomma  “ peggio il taccone che il buco…”

Ma fino a quando,  qualcuno si chiederà ?

Io penso che, qualcosa di nuovo si potrebbe vedere da fine maggio in poi  di quest’anno, e cioè dopo le votazione europee.  Infatti, con lo sblocco dei contratti, compreso quello del TAV con qualche modifica anche da parte EU ed altri, sarà inevitabile dire  di sì  anche a quest’ultima  grande opera che, pur non avendo  oggi più quell’utilità potenziale di due-tre decenni fa,  non potrà rimanere un’ incompiuta. Insomma, verrà fatta la stessa cosa  che si sta facendo per il MOSE per il quale, dopo aver già sprecato oltre 7 miliardi degli Italiani, sarà necessario porre la parola fine.  Tanto per essere “buono” annetterei qualche vantaggio in più in favore del TAV…quanto ad utilità.

Purtroppo gli Italiani non hanno ancora capito che l’interesse verso la realizzazione del TAV da parte del Pd anc co., non ha niente a che fare con lo sviluppo del Paese, ma costituisce solo uno strumento di sfogo nei confronti di chi, se vuoi anche nella loro inesperienza politica  mista ad un tantino di leggero autoritarismo, si stanno sforzando per mandare a casa quella stramaggioranza di marpioni della politica, sia in Italia che in Europa, che sembrano aver fatto importanti contratti con le aziende… produttrici di poltrone, nonché di ATAK per non staccarsi da esse.

Domanda finale, se vuoi anche molto raccapricciante: vedreste di nuovo un Berlusconi o un Prodi al comando per quanto ci riguarda ?   Senza citare altri dell’Europa ?  Piuttosto, farei risuscitare Alcide De Gasperi…

 

ARNALDO DE PORTI, Feltre


Invia commento comment Commenti (0 inviato)