Privacy Policy politicamentecorretto.com - Canottaggio - Coppa del Mondo di Poznan. Al via i raduni olimpici e paralimpici

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Canottaggio - Coppa del Mondo di Poznan. Al via i raduni olimpici e paralimpici

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

 


 



ROMA, 11 giugno 2019 - E' iniziato domenica scorsa a Varese, al termine delle gare del Campionato Italiano Assoluto COOP, il Raduno Olimpico preparatorio per la seconda tappa di Coppa del Mondo in programma a Poznan (Polonia) dal 21 al 23 giugno. Al Raduno Olimpico, che proseguirà fino al 16 giugno, sono stati aggregati anche due atleti del Gruppo Paralimpico che, invece, inizierà il proprio Collegiale a Piediluco, presso il Centro Nazionale di Preparazione Olimpica e Paralimpica, dal 13 al 16 giugno. Una squadra azzurra che, sotto la direzione dello staff tecnico del DT Francesco Cattaneo, tra Varese e Piediluco è formata da 61 atleti: 48 olimpici (39 Senior e 9 Pesi Leggeri) e 13 paralimpici. La Coppa del Mondo di Poznan sarà l’ultimo banco di prova in vista delle qualificazioni olimpiche e paralimpiche in programma a Linz (Austria) dal 25 agosto al 1° settembre 2019.

I convocati al collegiale olimpico di Varese:
SENIOR MASCHILI E FEMMINILI: Andrea Cattaneo (Carabinieri-SC Bissolati), Benedetta Faravelli (Carabinieri-SC Esperia), Laura Meriano (Carabinieri-SC Garda Salò), Aisha Rocek (Carabinieri-SC Lario), Stefania Gobbi (Carabinieri-SC Padova), Bruno Rosetti, Ludovica Serafini, Valentina Iseppi (dal 14/6) (CC Aniene), Domenico Montrone, Mario Paonessa, Paolo Perino, Luca Rambaldi, Simone Venier, Giuseppe Vicino (Fiamme Gialle), Andrea Panizza (Fiamme Gialle-AS Moto Guzzi), Emanuele Fiume (Fiamme Gialle-CC Pro Monopoli), Niccolò Pagani (Fiamme Gialle-RCC Tevere Remo), Giacomo Gentili (Fiamme Gialle-SC Bissolati), Leonardo Pietra Caprina (Fiamme Gialle-CC Aniene), Filippo Mondelli (Fiamme Gialle-SC Moltrasio), Marco Di Costanzo, Emanuele Liuzzi (Fiamme Oro), Kiri Tontodonati (Fiamme Oro-CUS Torino), Matteo Castaldo, Enrico D’Aniello (Fiamme Oro-RYCC Savoia), Davide Mumolo (Fiamme Oro-SC Elpis), Giovanni Abagnale (Marina Militare), Vincenzo Abbagnale (Marina Militare), Luca Parlato (Marina Militare), Cesare Gabbia (Marina Militare-SC Elpis), Fabio Infimo (RYCC Savoia), Alessandra Montesano (dal 13/6) (SC Eridanea), Giorgia Pelacchi (SC Lario), Sara Bertolasi (SC Milano), Luca Chiumento, Simone Martini, Alessandra Patelli (SC Padova), Giorgia Lo Bue (SC Palermo), Stefania Buttignon (SC Timavo).
PESI LEGGERI MASCHILI E FEMMINILI: Stefano Oppo (Carabinieri), Valentina Rodini (Fiamme Gialle), Pietro Ruta (Fiamme Oro), Federica Cesarini (Fiamme Oro-Canottieri Gavirate), Catello Amarante, Gabriel Soares (Marina Militare), Alfonso Scalzone (RYCC Savoia), Giulia Mignemi (SC Aetna), Niels Torre (SC Viareggio).
PARAROWING PR1 MASCHILE: Giuseppe Di Lelio (ASD The Core); PR1 FEMMINILE: Anila Hoxha (CUS Torino).

I convocati al collegiale paralimpico di Piediluco:
CATEGORIA PR1 MASCHILE: Fabrizio Caselli (SC Firenze).
CATEGORIA PR2 MASCHILE: Gianfilippo Mirabile (SS Murcarolo), Daniele Stefanoni (CC Aniene). CATEGORIA PR2 FEMMINILE: Arianna Riccucci (SC Armida).
CATEGORIA PR3 MASCHILE: Giuseppe Di Capua (CN Stabia), Alessandro Alfonso Brancato (RYCC Savoia), Lorenzo Bernard (SC Armida), Fabio Siracusa (SS Murcarolo). CATEGORIA PR3 FEMMINILE: Maryam Afgey (SC Sebino), Greta Elizabeth Muti (SC Olona), Cristina Scazzosi (SC Lago d’Orta).

LEGENDA PARAROWING
PR3: l’atleta utilizza tutto il corpo: gambe, tronco e braccia. Appartengono a questa categoria atleti ed atlete non vedenti, amputati ad un arto o con altre minime disabilità fisiche.
 
PR2: l’atleta utilizza solo il tronco e le braccia. Appartengono a questa categoria gli atleti e le atlete che non hanno l’uso delle gambe o gli amputati a tutti e due gli arti inferiori
 
PR1: l’atleta utilizza solo le braccia e le spalle. Appartengono a questa categoria tutti gli atleti e le atlete che hanno subito lesioni alla colonna vertebrale e compromesso l’uso delle gambe e del tronco.

Speciale 2^ prova Coppa del Mondo - Poznan

Invia commento comment Commenti (0 inviato)