Privacy Policy politicamentecorretto.com - La corazza bisogna averla, altrimenti lo stomaco non regge

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

La corazza bisogna averla, altrimenti lo stomaco non regge

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

Una sorta di corazza dovuta forse all'abitudine, salva per fortuna tante persone (medici, giudici, guardie carcerarie, ecc.), che in qualche modo sono costrette a venire a contatto col dolore altrui, oppure con delinquenti, dall'esserne troppo coinvolte emotivamente. La loro esistenza altrimenti diventerebbe assai difficile e forse non potrebbero neppure svolgere bene il loro compito. Penso che la stessa cosa avvenga per i giornalisti che fanno necessaria informazione su fatti di guerra o di cronaca nera. Ci sono però dei giornalisti che si creano la loro bella corazza senza che ce ne sia bisogno. Fabio Fazio, ad esempio, ha annunciato che nella sua trasmissione riceverà Tony Blair. Ed io mi chiedo come farà a stringere la mano e a sorridere ad un signore che, come George Busch, ha sulla coscienza la morte e la sofferenza di migliaia d'innocenti. Magari gli farà qualche domanda cattiva. Chissà.  Ma per parlare con un potente mai pentito, sapendo che a Fallujah nascono bambini malformati a causa delle armi raffinate usate dagli appassionati della guerra,  la corazza occorre averla, altrimenti lo stomaco non regge.
Elisa Merlo

Invia commento comment Commenti (0 inviato)