Privacy Policy politicamentecorretto.com - IL CASO MARO'

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

IL CASO MARO'

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

Mi complimento con il nostro Premier Mario Monti per quanto segue, ha fatto bene a ricordare al premier indiano Manmohan Singh, che l'aspettativa è il rientro in Italia dei nostri due marò. Ha fatto bene il nostro Ministro degli Esteri Giulio Terzi a ribadire che i nostri marò, devono tornare a casa rapidamente, anche sé, è prematuro definire l'India come un paese amico, non si deve chiamare all'India un paese amico fino a quando i nostri due marò saranno rientrati al nostro Paese. Mi auguro il rientro dei nostri due marò.

Finalmente si è ottenuta la liberazione su cauzione dei nostri due marò, nonostante ciò, l'India deve capire che i nostri marò debbono rientrare al nostro Paese, solo così si potrà definire l'India come un paese amico.
 
Alberto Calle - Collaboratore di Sintesi Dialettica e Redattore di Politicamente Corretto  ( Italia )
 

Invia commento comment Commenti (2 inviato)

  • Inviato in data Marcus Prometheus, 12 Settembre, 2012 22:11:07
    Maro' diminutivo di Marinaio e' termine usato popolarmente per indicare i Fucilieri di Marina della Repubblica Italiana. Alcuni Fucilieri sono stati imbarcati su navi civili di bandiera Italiana a protezione dalla pirateria in oceano indiano. Due di costoro sono stati arrestati dallo stato del Kerala facente parte dellla federazione Indiana, e falsamente accusati di avere ammazzato due pescatori indiani. E' stato dimostrato che il calibro delle pallottole che hanno ucciso i pescatori indiani non corrisponde ai fucili italiani ma ai kalashnikov dei barchini della guardia costiera dello SriLanka dove i pescatori del Kerala sconfinano spesso. Piu' ancora e' stato dimostrato che i pescatori sono stati uccisi da colpi sparati alla stessa altezza del peschereccio e non da 30 metri piu' in alto come sarebbe stato se i colpi fossero partiti da un grosso mercantile. Eppure le autorita' comuniste dello stato del Kerala non li rilasciano ed hanno permesso che fosse affondato il peschereccio per far sparire le prove.
  • Inviato in data Rosy, 12 Settembre, 2012 20:36:50
    Cosa sono i marò? Grazie