Privacy Policy politicamentecorretto.com - Il cane di Massimo d’Alema “uccide”

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Il cane di Massimo d’Alema “uccide”

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

Durante la trasmissione di  Piazzapulita (La7 – 3 marzo) è andata in onda parte dell'intervista del giornalista Friedman a Massimo D’alema, nella sua tenuta in Umbria, della quale l’uomo politico si è mostrato molto orgoglioso. Capisco, però, l’orgoglio per le vigne, per l’ottimo vino che producono, per il secolare ulivo (ne ha riferito l’alto prezzo), ma non riesco a comprendere come si possa essere orgogliosi dei denti aguzzi di un cane. Massimo D’alema non solo ha tentato invano d’aprire la bocca dell’animale per mostrarne i denti al giornalista, ma ha anche aggiunto con evidente soddisfazione: “Se sente il pericolo... “. Breve pausa. E poi: “Uccide”.

Elisa Merlo

 

Invia commento comment Commenti (0 inviato)