Privacy Policy politicamentecorretto.com - “Adesso vado lì e lo calpesto, il perfido zainetto”

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

“Adesso vado lì e lo calpesto, il perfido zainetto”

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image
 
Sicuramente il poliziotto che è salito con un piede addosso alla ragazza distesa in terra, non l’avrà fatto apposta. Ha creduto di vedere uno zainetto e si è detto: “Adesso vado lì e lo calpesto, quel maledetto perfido zainetto”. E’ andato e l’ha calpestato, lo zainetto maledetto. Non capisco, però, perché gli abbiano dato del cretino. Se vediamo un uomo, infatti, ed ovviamente non è il caso di questo poliziotto un po’ distratto, calpestare volontariamente una ragazza distesa per terra, non ci viene in mente di ritenerlo un cretino, bensì uno che prova gusto a far male alla gente, a un sadico, insomma.
Elisa Merlo

Invia commento comment Commenti (0 inviato)