Privacy Policy politicamentecorretto.com - Vomero: minidiscarica all’aperto in via Merliani

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Vomero: minidiscarica all’aperto in via Merliani

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

         Le strade di uno dei più bei quartieri di Napoli, centro commerciale di primaria importanza, terzo per presenze in Europa, a ragione anche della mancanza dei necessari controlli oltre che per l’inciviltà di alcuni, sono ridotte a dei veri e propri letamai, e non solo per l’inadeguato spazzamento che vede marciapiedi e carreggiate invase da rifiuti di ogni genere.

 “ Il degrado igienico-sanitario al Vomero ha raggiunto in questo periodo, in particolare, punte davvero preoccupanti – afferma  Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari -. Purtroppo la situazione peggiora di giorno in giorno, con presumibili gravi ripercussioni anche di carattere sanitario. In molte strade, al calar delle tenebre, si aggirano le famigerate blatte rosse, un vero e proprio incubo, oltre ad insetti di vario genere, portatori di germi che possono essere pericolosi per l’uomo. Il caldo afoso non fa che peggiorare questo stato di cose “.

            “ Esempio emblematico della gravità della situazione è via Merliani, all’angolo con via Solimena – precisa Capodanno -, diventata da tempo una vera e propria minidiscarica a cielo aperto, dove incivili cittadini lasciano da sempre i loro rifiuti ad ogni ora del giorno. Oggi, in particolare, intorno a mezzogiorno, non solo i quattro cassonetti erano già pieni  di rifiuti di ogni genere ma anche il marciapiede antistante, impedendo così il transito dei pedoni, era sommerso da rifiuti, tra i quali spiccavano una gran mole d’imballaggi di cartone, abbandonati fuori orario ed alcuni manufatti in legno “.

            “ In passato numerose sono state le segnalazioni all’Asìa per l’annosa questione, favorita proprio dalla presenza lungo il marciapiede, antistante il muro cieco, dei contenitori per i rifiuti, ma a tutt’oggi tale situazione permane senza che si siano mai assunti provvedimenti atti a risolvere una volta e per tutte la problematica -  prosegue Capodanno -. Così come occorrerebbe vigilare per colpire con sanzioni ma anche con denunce quegl’incivili che invece di chiamare direttamente gli uffici competenti per il ritiro delle suppellettili non più utilizzabili, preferiscono nottetempo abbandonarle per strada, come accade sempre in via Merliani, nei pressi di un plesso scolastico, dove è stato abbandonato l’ennesimo materasso “.           

Visto il permanere dello stato di cose evidenziato, Capodanno auspica l’intervento degli organi di controllo affinché si accertino eventuali responsabilità del degrado delle strade della collina, ridotte, in diversi casi, in condizioni inaccettabili, anche per quanto riguarda preoccupanti aspetti di carattere igienico-sanitario.

 

Invia commento comment Commenti (0 inviato)