Privacy Policy politicamentecorretto.com - Vomero: un tratto di cornicione cade in via Aniello Falcone. “Subito una task force per il monitoraggio degli edifici”

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Vomero: un tratto di cornicione cade in via Aniello Falcone. “Subito una task force per il monitoraggio degli edifici”

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

         “ Oramai non passa giorno che non si è costretti a registrare il crollo sulla strada di calcinacci derivanti dal cedimento d’intonaci dalle facciate degli edifici, per lo più dai cornicioni o dai sottobalconi – afferma Gennaro Capodanno, ingegnere, presidente del Comitato Valori collinari -. Per fortuna la maggior parte di questi crolli avvengono senza danni a persone o cose, ma, come testimoniano anche recenti fatti di cronaca, in qualche caso si è costretti a registrare anche la perdita di vite umane “.

 

            “ Il Vomero è un quartiere particolarmente colpito da questi episodi, pure per la presenza di numerosi edifici che hanno oltre un secolo di vita, afflitti da palesi carenze manutentive, a partire proprio dalle facciate prospicienti sulla pubblica via – continua Capodanno – Purtroppo a Napoli si manifesta una diffusa indisponibilità alla cura costante e continua delle parti comuni dei fabbricati, con il risultato che, quando s’interviene, anche perché costretti dai provvedimenti emessi delle autorità competenti, ai fini della sicurezza, lo si fa unicamente con opere provvisionali, tese ad eliminare nell’immediato il pericolo, rimandando poi, sine die, gli interventi definitivi necessari “.

 

            “ L’ultimo episodio che si registra, in ordine di tempo, e che purtroppo rischia di rimanere tale solo per poco se non s’interviene con misure immediate, si è verificato in via Aniello Falcone, all’altezza dell’incrocio con le scale di via Luca Giordano – puntualizza Capodanno -. Un pesante pezzo d’intonaco si è staccato dal cornicione, finendo rovinosamente sulla carreggiata e frantumandosi in tanti pezzi ancora presenti sulla strada. Il tratto di marciapiede è stato subito transennato, a seguito dell’intervento degli uffici preposti “.

 

            “ Per risolvere il problema in maniera organica e definitiva – propone Capodanno – occorrerebbe organizzare, presso ciascuna delle dieci municipalità cittadine, una vera e propria task force di tecnici con il compito di monitorare tutto il patrimonio edilizio pubblico e privato che si affaccia lungo le strade, descrivendo attraverso apposite schede lo stato nel quale si trovano i singoli edifici esaminati, e segnalando immediatamente quelle situazioni dove si manifestano problematiche che potrebbero incidere sulla sicurezza “.

 

            Capodanno rivolge un pressante appello al sindaco di Napoli ed all’assessore al ramo affinché vengano messi in campo, in immediato, interventi mirati riguardanti il patrimonio edilizio cittadino, atti a garantire la sicurezza delle persone, scongiurando così la possibile perdita di vite umane.

Invia commento comment Commenti (0 inviato)