Privacy Policy politicamentecorretto.com - Napoli: cassonetti ricolmi in via Tino di Camaino

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Napoli: cassonetti ricolmi in via Tino di Camaino

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

 

 

         “ Ancora una volta stamani gli abitanti della centralissima via Tino di Camaino, importante arteria dell’area collinare di Napoli, che collega piazza Medaglie d’Oro con piazza degli Artisti, si sono svegliati con i cassonetti per la raccolta dei rifiuti solidi urbani ricolmi e traboccanti, dal momento che durante la notte non erano stati svuotati “. E’ questa l’ennesima segnalazione di Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari, che negli ultimi tempi ha più volte denunciato questa raccolta a singhiozzo in alcune strade della municipalità collinare, con presumibili ripercussioni anche di carattere igienico-sanitario, alle quali si aggiunge la diffusione di miasmi pestilenziali, a ragione delle temperature estive “.

 

         “ Ci auguriamo – conclude Capodanno – che si voglia provvedere al più presto e che si tratti di una situazione solo temporanea, seppur grave e, per quanto è dato conoscere, senza plausibili motivi visto che la raccolta viene regolarmente effettuata nelle strade viciniori. L’aspetto che più preoccupa anzi è proprio la mancanza d’informazioni, in quanto non vengono risultano note le ragioni di questa situazione che penalizza fortemente i residenti di alcune strade, sempre le stesse “.

 

         Capodanno sulla questione chiede l’intervento dell’amministrazione comunale affinché si provveda al costante e periodico prelievo quotidiano dei rifiuti solidi urbani, anche con la realizzazione degli opportuni interventi, che da tempo non risultano effettuati, di lavaggio e di sanificazione dei contenitori stradali per la raccolta, i quali, anche dopo essere stati svuotati, emanano odori nauseabondi, specialmente durante il periodo estivo.

 

Invia commento comment Commenti (0 inviato)