Privacy Policy politicamentecorretto.com - Napoli, villa Floridiana: transennata la facciata del museo Duca di Martina

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Napoli, villa Floridiana: transennata la facciata del museo Duca di Martina

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

         “ Sempre più degrado ed abbandono in villa Floridiana, l’unico parco a verde pubblico a disposizione dei vomeresi ed uno dei parchi più belli e panoramici di tutto il capoluogo partenopeo, che richiama, specialmente nei giorni festivi, una gran folla di visitatori anche stranieri – esordisce Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari, da anni impegnato per il rilancio e la valorizzazione della villa che si estende sulla collina per circa otto ettari - . Purtroppo buona parte del parco è a tutt’oggi interdetta all’accesso del pubblico, dopo che anni addietro, a seguito della caduta di un albero, le indagini effettuate sulle alberature di alto fusto decretarono la necessità d’intervenire su una quarantina di esse, affette da diverse patologie “.

 

            “ Purtroppo – ricorda Capodanno -  negli ultimi anni si sono alternate numerose chiusure e riaperture della villa, per gli interventi necessari, atti a garantire la sicurezza,  ma il problema permane a tutt’oggi, nonostante il protocollo d’intesa sottoscritto da diversi mesi tra l’amministrazione comunale e la sovrintendenza, che avrebbe dovuto sbloccare l’annosa vicenda con la riapertura totale del parco in tempi brevi “.

 

            “ Ad aggravare la situazione di degrado anche le transenne comparse di recente sulla facciata dell’edificio che ospita il museo Duca di Martina, all’interno del parco – puntualizza Capodanno -. Un museo nel quale è custodita una delle maggiori collezioni italiane di arti decorative, comprendente circa settemila opere di manifattura occidentale e orientale, realizzate tra il XII ed il XIX secolo, al centro dell’attenzione dei numerosi turisti, perlopiù stranieri, che si arrampicano sulla collina per ammirarla “.

 

            “ Non solo si è dovuta transennare con tubolari l’intera facciata che da verso il prato centrale – sottolinea Capodanno -, ma si sono dovute disporre due mantovane parasassi, lungo gli ingessi, sia su detta facciata che su quella prospiciente lo scalone che porta al belvedere, da dove si può ammirare uno dei panorami più belli di Napoli “.

 

            “ Ci auguriamo che si tratti di una soluzione provvisoria – afferma Capodanno – e che al più presto possano iniziare i lavori per eliminare definitivamente il pericolo e ripristinare le facciate. Di certo, anche ai turisti, non si offre una bella immagine con le facciate ridotte nello stato attuale, come se ci si trovasse di fronte ad un perenne cantiere “.

 

            Sulla questione Capodanno chiede l’intervento immediato degli uffici competenti, affinché sia il museo Duca di Martina che la villa Floridiana possano tornare al più presto agli antichi splendori, con la piena fruibilità, mettendo in atto in tempi brevi tutti gli interventi a tanto necessari.

Invia commento comment Commenti (0 inviato)