Privacy Policy politicamentecorretto.com - La presentazione dellibro dello scrittore Nino Lo Iacono "Patti, terra dei miti dal XV sec. a.C. al XX sec. d.C." (Kimerik Editore) ha aperto la 62esima rassegna Tindari Festival

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

La presentazione dellibro dello scrittore Nino Lo Iacono "Patti, terra dei miti dal XV sec. a.C. al XX sec. d.C." (Kimerik Editore) ha aperto la 62esima rassegna Tindari Festival

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

 

Nino Bellinvia

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lo  scorso 4 luglio è svolta presso la biblioteca comunale del suggestivo scenario di Villa Pisani di Patti Marina (Me) la presentazione del libro "Patti, terra dei miti dal XV sec. a.C. al XX sec. d.C." dello scrittore Nino Lo Iacono, edito nella collana  Officina delle idee da Kimerik Editore (Passione per la parola). 

L'evento, di cui è stato relatore Michele Fasolo (ricercatore  e  direttore della rivista Archeomatica di Roma), ha aperto la 62esima edizione della rassegna Tindari Festival i cui spettacoli si terranno nel suggestivo scenario del teatro greco-romano dal 30 luglio al 31 agosto.

Moderatore  della serata è stato Gianfranco Natale (editore della casa editrice  Kimerik). 

E’ stata una grande serata culturale. lo hanno sottoscritto tutti gli intervistati, tra cui il sindaco di Patti avv. Mauro Aquino che si augura, tra l’altro, che il libro possa essere anche letto dai giovani studenti.

Il 69enne autore Nino Lo Iacono (nato il 13 agosto 1949 a Patti dove vive ed opera) è un noto studioso della sua terra,attento osservatore della vita sociale e politica del territorio. Come da lui stesso evidenziato “Scrivere la storia di una città le cui origini affondano nella notte dei tempi è cosa molto ardua: ciò nonostante fermamente consapevole che un popolo, fiero dei nobili avi, debba preservare quella memoria storica con cui corroborare il presente e imbastire il futuro, ho ricercato le fonti storico-archivistiche, archeologiche ed etnoantropologiche alla luce dei miti e delle leggende che svelano in molti casi l'identità del territorio e della sua comunità”. 

Non è certo questo  il primo volume dello scrittore che vuole godersi il resto della vita tra le follie generate dal sua saggezza. Un volume che segnaliamo ai nostri lettori. Se interessati possono chiedere copia direttamente alla redazione e libreria della Casa Editrice Kimerik, via S. Pietro Tommaso 28 - 98066 - Patti (ME).Tel [+39] 094121503; fax0941243561.

 

Da ricordare subito che il 69enne autore Nino Lo Iacono (nato il 13 agosto 1949 a Patti dove vive ed opera), è un noto studioso della sua terra,attento osservatore della vita sociale e politica del territorio. Prima di questo volume, ne ha pubblicati altri trta cui“Nauloco e Diana Facellina” (un’ipotesi sul territorio di Patti fra mitologia, storia e archeologia, presentato , fra l’altro nel 1998 all’Università di Marshall ed in altre località del Minnesota (USA).

Con gli studi pubblicati in questo testo, ha dato un fondamentale contributo alla ricostruzione storica di tutto il territorio pattese, determinante anche per la soluzione del mistero sulla localizzazione del Nauloco.

Qualche anno dopo è passato alla narrativa con la pubblicazione dei romanzi: “Nina” (con il quale ha vinto il premio nazionale di narrativa  “Città di Oliveri”);  “Quel” giorno qualunque” (giallo) e “Il Prete” (selezionato al premio nazionale di narrativa “l’albero Andronico” di Roma. E poi con il

romanzo storico “La Repubblica delle due Sicilie”, interessante commistione fra il romanzo e la storia vera, alla quale  i personaggi creati dell’autore partecipano attivamente, subendone le conseguenze. In questo lavoro emergono quei fatti che hanno portato all’annessione della Sicilia al resto d’Italia e che la storiografia ufficiale non ci racconta.

“La Repubblica delle due Sicilie” non ha lo scopo di demolire i miti del risorgimento italiano (dice l’autore), ma solo di dare un contributo alla ricostruzione corretta della storia di questa terra che l’autore ha dimostrato , in tutti i suoi scritti, di amare.

La poliedricità lo porta anche a cimentarsi nella scrittura  per bambini e nel 2008 pubblica la sua prima favola “Dorino”, che riscuote consensi e successi anche fra i genitori e gli educatori. Destina gli utili provenienti dalla vendita, all’Associazione Genitori con Soggetti Autistici Siciliani di Palermo.

In un incalzante intrecciarsi e susseguirsi di colpi di scena anche divertenti, lo scrittore rende nota al grande pubblico, in maniera comprensiva e piacevole, la gravissima piaga sociale che ancora attanaglia le comunità italiane. Nel 2009 il suo romanzo “Papillon e cravattari” ha riportato all’attenzione generale il gravissimo problema dell’usura. intrecciarsi e 

Nel 2010 è approdato alla poesia pubblicando con la casa editrice Pungitopo la sua prima raccolta, composta da cinquanta liriche, “Stizzi” (gocce), divise in tre sezioni: immagini, sentimenti e passioni. La raccolta comprende anche poesie in vernacolo con traduzione in lingua italiana.

Il critico Andrea Marrone ha definito questo volume un capolavoro… “È la Sicilia immortale, l’humus della parola di Nino Lo Iacono, sia essa nell’aspra e dolce lingua del popolo(dice), che nella corretta dizione ufficiale, addolcita da sfumature subdole di sicilianità che sono come un tenue e seducente profumo su una bellissima donna”.

Da ricordare ancora che ha scritto anche racconti brevi pubblicati nell’antologia “Cercatore di sogni”, edita dalla Kimerik editrice.

I suoi romanzi sono tutti ambientati in Sicilia e raccontano  storie ed intrighi della gente di questa terra,  vita vissuta come in nessun’altra parte del pianeta. I suoi racconti sono talmente verosimili da sembrare storie vere e le loro  trame  coinvolgenti invitano a completare la lettura tutta d’un fiato.

Nella foto la copertina del libro "Patti. Terra dei Miti" di Nino Lo Iacono.


Invia commento comment Commenti (0 inviato)