Privacy Policy politicamentecorretto.com - Il flop della social card

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Il flop della social card

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

 

Il deputato del Pd, on Franco Laratta, ha illustrato stamane a Cosenza nel corso di un dibattito, i dati relativi alla social card. Per Laratta "si tratta di un colossale imbroglio che avevamo già smascherato nelle settimane scorse sulla stampa e che nessuno ha avuto il coraggio di smentire"

Per l'on. Laratta "la social card si è rivelata quello che si sospettava fosse sin dall'inzio: un clamoroso flop, un pasticcio di Stato in salsa tremontiana. Da un milione e mezzo di social card previste dal Governo fino al 31 dicembre, solo 520 mila sono state assegnate. E di queste, ben 190 mila sono risultate non coperte quando la povera gente è andata al supermercato a fare la spesa. E cosi, oltre al danno la beffa e l'umiliazione!

Molto grave la situazione in Calabria e nel sud Italia, dove decine e decine di migliaia di indigenti che hanno fatto la fila per giorni davanti ai patronati e agli uffici postali, si sono visti sbattere le porte in faccia. poche le migliaia di persone hanno avute la ' tessera dei poveri', tutte le altre sono rimaste a bocca asciutta.

Berlusconi, Tremonti, Sacconi e tutti gli altri laeder del centro- destra si sono invece riempiti la bocca per settimane con roboanti

dichiarazioni: “il provvedimento  allevia la sofferenza dei più poveri” – “un tangibile aiuto del governo ai più bisognosi", "La risposta del Governo alla crisi economica"!

Berlusconi nella conferenza stampa di fine anno, tra i provvedimenti anti crisi ha lodato la “tessera dei azzurra”! Ma era solo uno spot. UN volgare spot di Stato che è andato per giorni su tv e giornali compiacenti, pronti a servire il 'padrone dei Paese' e ad esaltarlo per la sua magnanimità!

Ma alla fine si è scoperto che si tratta un imbroglio colossale che ha umiliato centinaia di migliaia di anziani costretti a vagare da un ufficio all'altro per elemosinare qualche briciola.

A questo punto, siamo circa 80 deputati che con interpellanza urgente chiederemo al Ministro dell' Economia di venire con urgenza  alla Camera a rispondere di questa colossale truffa ai danni della povera gente. Tremonti chieda scusa a tutti loro, e se non viene alla Camera per spiegare le ragioni di questo flop, sarà la prova che è un imbroglione!"

Invia commento comment Commenti (0 inviato)