Privacy Policy politicamentecorretto.com - Nuovi dati sulla criminalità organizzata nella capitale tedesca

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Nuovi dati sulla criminalità organizzata nella capitale tedesca

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

 

Nuovi dati sulla criminalità organizzata nella capitale tedesca
La polizia tedesca: “Gli italiani a Berlino: un modello nel combattere la mafia” –
L’on. Garavini: “Complimenti che fanno piacere”

Gli italiani a Berlino sono un modello per come si combatte la mafia. È questo il messaggio della polizia berlinese che ha illustrato i dati attuali sulla criminalità organizzata nella capitale tedesca. Il rapporto ha fatto emergere che attualmente la mafia russa è l’organizzazione più potente. Il Direttore della polizia, Bernd Finger, in un´intervista al quotidiano “Die Welt” sul pericolo rappresentato dalla mafia russa presenta l’impegno degli italiani a Berlino come un esempio da seguire nel contrasto alla criminalità organizzata: “La comunità italiana sta dimostrando come funziona un intenso lavoro di prevenzione”. Il commissario tedesco parla di “una rete positiva, anti-crimine” e ricorda che grazie agli italiani a Berlino la polizia l´anno scorso nella capitale tedesca è riuscita a fermare “una serie di 55 estorsioni e attacchi incendiari contro ristoratori italiani”.

“Mi fanno molto piacere i complimenti delle autorità tedesche”, dice l’on. Laura Garavini (PD), “Queste parole sono il giusto riconoscimento per l’impegno che la comunità italiana a Berlino sta portando avanti da tempo, prima con l’azione ‘Mafia? Nein danke!’ e adesso con l’iniziativa ‘Viva’. Fa piacere che grazie a questo impegno gli italiani, fra tutte le comunità straniere presenti a Berlino, siano diventati un simbolo della legalità”. Attraverso “Viva” gli italiani a Berlino hanno organizzato di recente anche degli incontri nelle scuole fra studenti e rappresentanti del movimento antimafia dall’Italia sul tema della legalità.

Il pericolo più grande nella capitale tedesca, secondo la polizia, é rappresentato adesso dalla mafia russa che è la numero uno nel mercato delle macchine rubate e della criminalità finanziaria, ma è anche molto attiva nella contraffazione di soldi e nello spaccio di droga. Da Berlino, secondo la polizia tedesca, la mafia russa sta operando in tutta Europa. Per contrastare la mafia russa le autorità tedesche sperano che l’esempio degli italiani faccia scuola: “La rete degli italiani a Berlino viene vista come modello nel contrasto alla mafia russa” scrive “Die Welt” riassumendo le dichiarazioni della polizia berlinese.

Berlino, 20 gennaio 2008

L’articolo del giornale “Die Welt” su internet:
http://www.welt.de/berlin/article2968675/Berlin-ist-das-Zentrum-der-Russen-Mafia-in-Europa.html

 

Invia commento comment Commenti (1 inviato)

  • Inviato in data rosario cambiano, 21 Gennaio, 2009 17:26:24
    Gia che ci siete. Io consiglierei di leggere anche all´indirizzo sotto indicato.Scritto dallo stesso giornale e dichiarazioni fatte dallo stesso capo della Polizia Finger. Da Colonia Rosario Cambiano http://www.welt.de/berlin/article2968673/Italienische-Gastronomen-sagen-Nein-zur-Mafia.html