Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

FEDERALISMO: CIOCCHETTI “CONTRARI ALLA NORMA SU ROMA CAPITALE”

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

In Senato e alla Camera l’Udc farà battaglia contro una norma che lascia inalterati i confini dell’attuale comune di Roma ,escludendo la provincia

 

“L’Udc ribadisce la sua contrarietà all’articolo del ddl sul federalismo fiscale che riguarda  Roma Capitale perché è un provvedimento poco lungimirante laddove   si ferma agli attuali confini del comune di Roma. Si attribuiscono più funzioni e competenze, e quindi anche maggiori risorse, ma per un ambito territoriale che non risponde più ai profondi cambiamenti che il territorio della provincia di Roma ha subito nel corso degli ultimi anni.” Lo dichiara il deputato dell’Udc Luciano Ciocchetti. “Il testo dell’articolo non stabilisce né tempi né modalità chiare e precise sul futuro processo di definizione di città metropolitana, lasciando inalterati i confini  del comune di Roma.  Questo significa, in termini concreti, che l’istituzione dell’area metropolitana viene chiuso in un cassetto che chissà quando, e se,  verrà mai riaperto. La questione relativa all’allargamento dei confini dell’attuale comune di Roma alla sua provincia – continua Ciocchetti - non è di poco conto e non capisco tanta ostinazione da parte di autorevoli esponenti del Pdl. Si vuole una Capitale europea ma poi non si ha il coraggio di ammettere che Roma e il suo hinterland sono due realtà che non è più possibile separare e amministrare come due entità completamente diverse. Basta vedere settori come la mobilità, l’urbanistica, l’intermodalità e la grande distribuzione per accorgersi che non possono essere gestiti blindandoli ai soli confini del comune di Roma.  Rimandare nel tempo una riforma fondamentale per la gestione sia di Roma che della sua provincia è un errore macroscopico. L’Udc – conclude Ciocchetti - vuole per Roma e il Lazio un nuovo assetto amministrativo, con Roma Capitale dell’area metropolitana adesso e una Regione Lazio a statuto speciale. Questo sarà un punto su cui daremo battaglia sia in Senato che alla Camera dei Deputati,  quale esempio di opposizione costruttiva. Ricordo infatti che su queste tematiche, città metropolitana di Roma Capitale e istituzione della regione autonoma del Lazio, l’Udc ha depositato due proposte di legge.  ”

 

Invia commento comment Commenti (0 inviato)