Privacy Policy politicamentecorretto.com - PREMATURITÀ, PARTE CORSO SISPE-IDO PER PEDIATRI, PSICOLOGI E NPI SU ESITI PRECOCI E OUTCOME TARDIVI IN SVILUPPO MOTORIO, COGNITIVO, VISIVO E UDITIVO

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

PREMATURITÀ, PARTE CORSO SISPE-IDO PER PEDIATRI, PSICOLOGI E NPI SU ESITI PRECOCI E OUTCOME TARDIVI IN SVILUPPO MOTORIO, COGNITIVO, VISIVO E UDITIVO

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

Roma, 11 gennaio – Formare i medici e gli psicologi sugli esiti precoci (nei primi 2 anni di vita) che emergono nei bambini prematuri nelle aree dello sviluppo motorio, cognitivo, uditivo e visivo, e sugli outcome tardivi. È questo l’obiettivo del corso su ‘Il neonato pretermine. La cooperazione multiprofessionale per affrontare la complessità’, promosso dalla la SISPe, il Sindacato italiano specialisti pediatri, a Roma (in Corso d’Italia 38A) in collaborazione con l’Istituto di Ortofonologia (IdO) e con i patrocini della Società italiana di pediatria (Sip) e della Società italiana di neonatologia (Sin).
La prima giornata parte domani a Roma, in Corso D’Italia 38 A, sul tema ‘Gestazione e perinatalità’ e sarà moderata da Teresa Mazzone, presidente nazionale della SISPe, e Alberto Villani, presidente della Sip. Le altre due giornate si svolgeranno il 26 gennaio e il 23 febbraio e prevedono crediti Ecm per pediatri, psicologi e neuropsichiatri infantili.
“Nei primi due anni di vita possiamo vedere dalle paralisi cerebrali infantili, al ritardo cognitivo, la cecità e la sordità. Siamo attenti anche all’area del linguaggio, con il ritardo delle acquisizioni linguistiche, e sull’area comportamentale con le difficoltà alimentari e i disturbi del sonno. Nei bambini più grandi il discorso diventa più importante- chiarisce Mazzone- perché dal punto di vista motorio non abbiamo bisogno di arrivare alla paralisi cerebrale infantile, avendo minori che presentano goffaggine, disturbi della coordinazione motoria, o che a livello cognitivo mostrano difficoltà di lettura e di apprendimento. Seguono- continua la presidente della SISPe- le problematiche visuo-percettive, quelle relative alla scarsa discriminazione uditiva e tutti i disturbi comportamentali da internazionalizzazione come l’ansia, e da esternalizzazione come l’iperattività. Su questi temi- conclude- abbiamo avvertito l’esigenza di proporre un corso per puntualizzare alcuni aspetti che spesso possono rimanere trascurati”.
La partecipazione è gratuita, ma le adesioni saranno accettate secondo l’ordine di arrivo e fino ad esaurimento posti disponibili. Per iscriversi basta inviare una email con il proprio nominativo al seguente indirizzo email: segr.formazione@ortofonologia.it.


Invia commento comment Commenti (0 inviato)