Privacy Policy politicamentecorretto.com - Considerazioni sui 780 euro

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Considerazioni sui 780 euro

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

 

Premessa: contrastare la povertà è assolutamente giusto, ma il lavoro non si crea con i centri per l'impiego, ma con gli investimenti pubblici e privati.

Secondo l'Istat, attraverso i centri per l'impiego (che sono circa 550 con 8.000 dipendenti) riesce a trovare lavoro una percentuale molto bassa delle persone che a loro si rivolgono inferiore al 3%.

Se facciamo la proporzione sul milione di persone che hanno fatto richiesta nel 2017 risulterebbe un numero di circa 45.000 persone impiegate.

Nelle slides del governo sono 5 milioni la platea dei beneficiari, ma nella relazione tecnica del provvedimento si scopre che i nuclei familiari beneficiati  sono 1,32.

Il reddito di cittadinanza è destinato a chi si trova sotto la soglia di povertà.

Ma con 780 euro si sconfigge la povertà se non ci sono entrate aggiuntive specie nelle grandi città? Al lettore la risposta.

La partenza dovrebbe essere aprile: un mese prima delle elezioni europee.

A pensare male si fa peccato, ma si indovina. Questa frase viene attribuita al defunto Andreotti, celebre per la sua ironia anche se il politico democristiano disse di averla sentita pronunciare nel 1939 dal cardinale Francesco Marchetti Selvaggiani che a sua volta citava Papa Pio XI, a cui va attribuita la paternità della frase.

Con questo provvedimento il M5S spera di vincere le elezioni europee di maggio superando gli alleati (anche se sono divisi su molte tematiche come TAV, inceneritori, trivelle) della Lega che recenti sondaggi danno in ascesa al 30% rispetto al 27% dei grillini.

Altro che sconfiggere la povertà! Una curiosa analogia con gli 80 euro di Renzi che fecero vincere le europee del 2014 al PD.

Più che assistenzialismo, una mancia elettorale!

Il decreto che istituisce il reddito di cittadinanza introduce poi numerosi paletti che precedono l'erogazione e qui la cosa si fa divertente perché stiamo parlando di poveri:un patrimonio immobiliare (diverso dalla prima casa) non superiore ai 30.000 euro, un patrimonio finanziario inferiore a 6.000 euro o 8.000 se si vive in coppia, non aver acquistato negli ultimi due anni un'auto di cilindrata superiore a 1600 cc e una moto di cilindrata superiore a 250 cc, nè essere proprietario di imbarcazioni da diporto.

Tra i beneficiari ci sono anche gli stranieri residenti in Italia da almeno 10 anni tanto invisi a Salvini, ma qui lo scambio con quota 100 diventa chiaro a chi usa un poco di buon senso nell'esaminare la politica.

Entro 30 giorni dall'assegnazione dei 780 euro i beneficiari del reddito dovranno sottoscrivere il patto per il lavoro.

I centri per l'impiego si attiveranno per trovare lavoro all'indigente; la prima offerta di lavoro sarà entro 100 km, la seconda entro 250 km mentre dopo potrà essere ovunque e così lo stipendio del neo assunto si ridurrà considerevolmente causa spese di viaggio.

Gli elettori del M5S ci hanno riflettuto?

Non bisogna essere fini analisti per comprenderlo.

Per finanziare questa misura la legge di bilancio ha previsto l'aumento delle tasse locali e l'ecotassa sulle auto di medio alta cilindrata così il mercato dell'auto che si stava riprendendo verrà ucciso.

Ma queste sono solo alcune piccole considerazioni di chi scrive che si spera vengano condivise dai lettori di questo articolo.    


Invia commento comment Commenti (0 inviato)