Privacy Policy politicamentecorretto.com - Picchi (sottosegretario agli Esteri) a 24Mattino su Radio 24: "Dossier Tav prima ai francesi? È sbagliato punto e basta". Venezuela "Siamo prudenti perché il nostro compito è tutelare la vita dei 150.00 italiani residenti nel paese"

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Picchi (sottosegretario agli Esteri) a 24Mattino su Radio 24: "Dossier Tav prima ai francesi? È sbagliato punto e basta". Venezuela "Siamo prudenti perché il nostro compito è tutelare la vita dei 150.00 italiani residenti nel paese"

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image


 

 

 

 

 

1/3 Guglielmo Picchi (sottosegretario agli Esteri) a 24Mattino su Radio 24: “Dossier Tav prima ai francesi? È sbagliato punto e basta”

 

è stato un atteggiamento sbagliato. Punto e basta. Non so perché il ministro Toninelli abbia agito in questo modo”. Lo ha detto il sottosegretario agli Esteri, Guglielmo Picchi, a 24Mattino su Radio 24 con Maria Latella e Oscar Giannino in merito al dossier Tav consegnato prima alla Francia che agli alleati della Lega. “Non so come mai si sia interrotto il flusso di informazioni in questo modo – ha aggiunto l’esponente della Lega – però si può rimediare facilmente”.

 

2/3 Guglielmo Picchi (sottosegretario agli Esteri) a 24Mattino su Radio 24: “Chiediamo nuove elezioni in Venezuela ma siamo prudenti perché il nostro compito è tutelare la vita dei 150.00 italiani residenti nel paese”

Nessuno ha riconosciuto l’elezione presidenziale con cui è stato eletto Maduro, la regolarità di quel voto è stata contestata da tutti gli esponenti più importanti del governo: Conte, Moavero, Di Maio e Salvini. Abbiamo anche riconosciuto il mandato popolare dell’assemblea nazionale guidata da Guaidò e abbiamo detto che ci aspettiamo che Maduro convochi elezioni il prima possibile. Abbiamo l’interesse specifico di proteggere 150.00 nostri connazionali residenti nel paese, non vogliamo che la loro vita sia messa in pericolo: se si scatena una guerra civile chi ci rimette sono i nostri concittadini e questo non possiamo tollerarlo”. Lo ha detto il sottosegretario agli Esteri Guglielmo Picchi intervistato da Maria Latella e Oscar Giannino a 24Mattino su Radio 24.

3/3 Guglielmo Picchi (sottosegretario agli Esteri) a 24Mattino su Radio 24: “Non rientreremo nell’orbita del Partito popolare europeo, ma è possibile un’alleanza popolari-populisti dopo le elezioni”

Non rientreremo nell’orbita del Partito popolare europeo. Però è ipotizzabile che seguiremo il modello dell’Austria dove c’è un governo popolari-populisti. Questa potrebbe essere un’ipotesi di governance europea. Crediamo che con i nostri alleati in Europa si possa arrivare alla maggioranza relativa al Parlamento europeo e quindi che si debba discutere con noi della formazione della governance e di conseguenza della scelta del presidente della Commissione”. Lo ha detto il sottosegretario agli Esteri Guglielmo Picchi intervistato da Maria Latella e Oscar Giannino a 24Mattino su Radio 24.


Invia commento comment Commenti (0 inviato)