Privacy Policy politicamentecorretto.com - L’intervista di Prodi

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

L’intervista di Prodi

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

1/2 -  Enrico Letta a 24Mattino su Radio 24: “Prodi ha ragione, il Pd ha bisogno di un padre e Zingaretti potrebbe esserlo”

 

“L’intervista di Prodi mi è piaciuta e la condivido. Mi piacerebbe molto che si realizzasse il suo auspicio di avere un padre per il Pd e Zingaretti potrebbe esserlo. Credo che Zingaretti e Calenda siano persone attorno alle quali si può costruire una proposta alternativa per gli italiani”. Lo ha detto l’ex Presidente del Consiglio, Enrico Letta, a 24Mattino su Radio 24 con Maria Latella. Previsioni sul risultato del Pd alle prossime elezioni europee? “Il Pd crescerà più del 17 % che gli viene attribuito ora”.

 

2/2 - Enrico Letta a 24Mattino su Radio 24: scontro Italia Francia, l’Italia ha solo da perderci

“È una crisi senza precedenti” così Enrico Letta a proposito della crisi in corso tra Italia e Francia, intervistato da Maria Latella a 24 Mattino su Radio 24, “con uno scontro di questo genere l’Italia non ha nulla da guadagnare, ha solo da perdere perché nella bilancia commerciale tra i due Paesi noi vendiamo ai francesi molto più di quanto loro vendano a noi. Per noi il mercato francese è fondamentale”. Enrico Letta, già presidente del Consiglio dei Ministri (2013 e 2014) che oggi dirige la Scuola di Affari Internazionali dell’Università Sciences Po di Parigi sullo scontro con la Francia aggiunge “Non c’è mai stata una situazione come questa dopo la Seconda guerra mondiale. Si può avere un giudizio sulla Francia e sui francesi, ci possono essere degli scontri ma l’interesse nazionale italiano non è avere più nemici, più onore al livello europeo, non è quello di essere isolati al livello europeo”.


Invia commento comment Commenti (0 inviato)