Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

SICUREZZA: CIOCCHETTI; ANCORA AZIONI "SPOT", SERVE UN PIANO

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

 

IL GOVERNO E IL SINDACO DI ROMA PUNTANO SUI MILITARI E LE FORZE DELL'ORDINE RESTANO A GUARDARE.

 

"Il Governo annuncia 30.000 militari nelle strade italiane a tutela della sicurezza interna e il Sindaco di Roma continua a stupire tutti con azioni spot giornaliere, ma il piano sulla sicurezza dov'è, perché le forze dell'ordine non hanno a disposizione i mezzi giusti"? -  è quanto si chiede l'On e Segretario Regionale dell'Udc Luciano ciocchetti – "Invece di affrontare un problema strutturale che si trascina da anni, il Governo "predicatore" in campagna elettorale sceglie azioni spot che hanno poca efficacia. Gli episodi di stupro accaduti a Roma e Guidonia – continua Ciocchetti - evidenziano invece una serie di aspetti che dovrebbero far riflettere il Sindaco Alemanno sui meriti di una presunta flessione del tasso di criminalità  nella città e in provincia. Manca un controllo preventivo del territorio ( vedi la situazione di Ostia); i poliziotti di quartiere, i militari e la Polizia di prossimità sono  sicuramente utili, ma non sufficienti. La verità è che mancano: uomini, mezzi, carburante, pezzi di ricambio ed altro. Contrariamente ai proclami (o "grida" manzoniane?) la spesa per la sicurezza è diminuita. Tornando al tema attuale bisogna ricordare al Governo e alla Destra – spiega Ciocchetti -   che il Comune di Giudonia è il terzo per abitanti  del Lazio (dopo Roma e Latina), ha oltre 70.000 abitanti e  per questo  la sicurezza non può essere affidata ad una sola Stazione dei Carabinieri, diretta da un solo Maresciallo. I dati sono chiari e il Sottufficiale ha a disposizione pochissimi uomini (l'organico delle Stazioni è misero) – aggiunge Ciocchetti – ben nove frazioni da controllare senza auto e mezzi. Di chi è la colpa se accadono episodi così efferati?  - si domanda il Segretario Reginale dell'Udc – Deve essere chiaro, che livello di degrado e d'insicurezza della città e della provincia è in crescita e da tempo anche le forme d'intolleranza continuano indisturbate la loro crescita. Il problema – conclude Ciocchetti – non si risolverà con azioni dimostrative, il Governo dovrà rivedere il piano Sicurezza e se non verranno liberate le Forze di Polizia (Polizia di Stato, Carabinieri, Guardia di Finanza) da compiti "burocratici" niente cambierà nelle città.

 

 

Invia commento comment Commenti (0 inviato)