Privacy Policy politicamentecorretto.com - San Giovanni in Fiore: lavoratori di Città pulita, Sapia (M5S) attacca la maggioranza comunale, "ha provocato un disastro sociale"

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

San Giovanni in Fiore: lavoratori di Città pulita, Sapia (M5S) attacca la maggioranza comunale, "ha provocato un disastro sociale"

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

«Prendo atto della sentenza con cui il giudice del lavoro di Cosenza ha definito la causa tra i 14 lavoratori della cooperativa Città pulita, che chiedevano l’assunzione come addetti alla raccolta differenziata nel territorio di San Giovanni in Fiore, e l’appaltatore dello stesso servizio pubblico, che nello specifico ha avuto ragione in primo grado». Lo afferma, in una nota, il deputato M5S Francesco Sapia, il quale osserva: «Rispetto il verdetto del Tribunale cosentino, ma il problema è che adesso i 14 operai di Città pulita, diversi dei quali con pesanti difficoltà economiche e di età avanzata, si ritrovano per strada, senza più indennità di disoccupazione e con scarsi sbocchi di lavoro». «La colpa di questo disastro sociale è tutta – prosegue il parlamentare – nella pervicace irresponsabilità della maggioranza politica che governa il Comune di San Giovanni in Fiore, la quale non ha mai preteso il rispetto della clausola di salvaguardia prevista dalla gara per la differenziata e da ultimo ha ignorato il provvedimento definitivo con cui l’Anticorruzione nazionale ha chiesto all’ente di attivarsi in proposito, precisando che tale mancato adempimento avrebbe consentito al municipio di agire per risolvere il contratto sottoscritto». «Il fatto innegabile – conclude Sapia – è che il Comune di San Giovanni in Fiore non ha mai agito in questo senso, nemmeno per inadempienze che si sarebbero verificate nel servizio, secondo quanto dichiarato da alcuni consiglieri comunali. Il Movimento Cinque Stelle continuerà ad essere vicino a questi lavoratori e a difenderne i diritti. A San Giovanni in Fiore si voterà l’anno prossimo, e allora gli elettori faranno una scelta sulla base dei comportamenti, molto chiari, delle singole forze politiche».


Invia commento comment Commenti (0 inviato)