Privacy Policy politicamentecorretto.com - Calabria: commissione di accesso antimafia ad Amantea, M5S ne rivendica il merito, "scelta necessaria, esigenza negata dalle altre forze politiche"

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Calabria: commissione di accesso antimafia ad Amantea, M5S ne rivendica il merito, "scelta necessaria, esigenza negata dalle altre forze politiche"

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

«I rapporti politici tra Franco La Rupa, condannato per scambio elettorale politico-mafioso, e la maggioranza del Comune di Amantea, le anomalie gestionali dell’ente e i gravi fatti che determinarono l’arresto di un assessore locale hanno portato, anche in seguito a nostre iniziative parlamentari di controllo, all’invio della commissione di accesso in quel municipio, che ne verificherà, come previsto dalle norme, eventuali infiltrazioni mafiose». Lo affermano, in una nota, i parlamentari M5S Dalila Nesci, Francesco Sapia, Giuseppe d’Ippolito, Paolo Parentela e Bianca Laura Granato, che aggiungono: «Si tratta di un’iniziativa a tutela dell’amministrazione pubblica e della comunità di Amantea, che nasce dalla costante attenzione istituzionale del sottosegretario all’Interno Carlo Sibilia, da uno scrupoloso lavoro della Prefettura di Cosenza, dall’impegno e dal coraggio delle nostre consigliere comunali Francesca Menichino e Francesca Sicoli, più volte perfino denigrate e attaccate da avversari politici, e dalla nostra continua attività di sindacato ispettivo». «Attenderemo – concludono i parlamentari del Movimento Cinque Stelle – che la commissione d’accesso compia tutti gli accertamenti del caso, consapevoli d’aver agito nell’interesse collettivo e di aver lanciato, pure all’opinione pubblica, costanti segnali sulla necessità di indagare a fondo in merito alla gestione del Comune di Amantea, troppo spesso negata dalle altre forze politiche».

 


Invia commento comment Commenti (0 inviato)