Privacy Policy politicamentecorretto.com - Al via a Massafra l’Unità di Assistenza domiciliare integrata protetta

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Al via a Massafra l’Unità di Assistenza domiciliare integrata protetta

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

 

 


 
 
(N. B.) Da lunedì 20 maggio sarà operativa l’Unità di Assistenza domiciliare integrata protetta.
A darne notizia è un soddisfatto sindaco Fabrizio Quarto che vede così concludersi una assidua attività iniziata sin dall’agosto del 2016.
L’U.n.a.d.i.p. – afferma il sindaco – ubicata presso il Presidio Territoriale di Massafra è una struttura sanitaria territoriale distrettuale la cui funzione è di fornire un “ambiente assistenziale” che vada a collocarsi tra la domiciliarità e l’ospedalizzazione. E’ essenzialmente rivolta a quei pazienti che, a giudizio del medico, necessitano di: interventi potenzialmente erogabili a domicilio ma che non possono essere effettuati per  mancanza di appropriatezza strutturale del luogo o per mancanza di supporto familiare; assistenza sorvegliata infermieristica continuativa.  La direzione sanitaria dell’U.n.a.d.i.p., generata da direttive nazionali e regionali, è stata affidata alla dottoressa Annalisa Castrignano, già dirigente medico presso il Pronto Soccorso dello stabilimento ospedaliero “Santissima Annunziata” di Taranto.L’assistenza medica sarà garantita dal medico di medicina generale del paziente che proporrà l’ingresso in struttura e si coordinerà con i medici specialisti che già operano nel presidio territoriale di Massafra, con i medici della Continuità Assistenziale e quelli del 118.  L’Unità di assistenza, nella prima fase di avvio potrà accogliere un numero massimo di 12 pazienti, con la possibilità, quanto prima, di innalzarlo fino a 20 unità.Saranno garantite visite specialistiche e prestazioni strumentali definite nel Piano Assistenziale Individuale.  Il sindaco Quarto, a tal proposito, ringrazia per l’impegno profuso i vertici dell’ASL tarantina e in particolare il dottor Gregorio Colacicco, Direttore Sanitario, la dottoressa Maria Rosaria Sportelli, coordinatrice del Centro Polifunzionale Territoriale e il consigliere regionale Michele Mazzarano. Questo nuovo “spazio sanitario”, il primo nella Provincia di Taranto, rappresenta un passo in avanti per la tutela del malato e l’affermazione del diritto alla cura e all’assistenza.
Nella foto lo stemma del Comune di Massafra.

Invia commento comment Commenti (0 inviato)