Privacy Policy politicamentecorretto.com - Gli alunni del Vico incontrano la Comunità Pratolana negli USA

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Gli alunni del Vico incontrano la Comunità Pratolana negli USA

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

 

 

SULMONA - Il Liceo “Vico” di Sulmona ha concluso il progetto culturale iniziato nel 2013 con il libro “La Merica” dedicato agli emigranti del nostro territorio. Dopo la ricerca storica-sociologica e l'elaborazione dei dati raccolti, il progetto, coinvolgendo altre classi, è arrivato alla pubblicazione del secondo volume “UN OCEANO DI CARTA”, (viaggio attraverso i sentimenti dell'emigrazione), una raccolta di lettere dagli inizi del' 900 fino agli anni' 60.

 

In un comodo formato il libro offre un'analisi del fenomeno migratorio attraverso la lettura accurata delle missive inviate ai familiari e corredate di foto e di documenti storici.  Dal 9 al 15 maggio una delegazione di studenti: Valentina Di Giallonardo, Matteo Di Gregorio, Claudia Di Paolantonio, Rosita Torlone, accompagnati dai docenti Annalucia Cardinali, Carolina Lettieri e Francesco Perrotta si è recata presso la Pratolana Society di Hartford nel Connecticut per la presentazione del libro ad essa dedicato.

 

Alla cerimonia hanno partecipato il presidente della comunità pratolana ing. Luciano Di Bacco, il direttore e tesoriere Bruno Tedeschi, il Console Onorario dr. Quintino Cianfaglione, il simpaticissimo manager del Club Attilio Cianfaglione insieme alle autorità del Governo del Connecticut e tutti gli amici della Valle Peligna unitamente ai propri familiari. Gli studenti hanno potuto rilevare attraverso le testimonianze raccolte sul campo il forte legame che traspare ed emerge con il paese natio, gli affetti, le tradizioni, gli usi trasferiti ed inseriti in un altro contesto nel quale si è ricreata una nuova identità sempre, sulle orme di un legame con la propria storia. 

 

Gli studenti e docenti hanno condiviso il momento di festa e gioia gustando i prodotti della nostra terra e tradizione (Le pizzelle di Pratola, cornetti con noci e cannella, la pasta alla carbonara, gli gnocchi e altre prelibatezze). La festa è continuata tra balli e canti popolari. Non è mancata la visita alle attività commerciali dei nostri compaesani, che con il loro infaticabile contributo costituiscono il punto di riferimento per tutta la collettività. Il clima relazionale empatico che si è subito stabilito con loro ha coinvolto gli studenti facendoli sentire a casa e partecipi di n mondo di ricordi e memorie sempre presenti nella loro mente e nel loro cuore.

 

Il giorno seguente la delegazione è stata ricevuta nel Liceo Bristol Centre dal dirigente dr. Moreau e accolta nella classe della professoressa Gina Gallo con gli studenti del suo corso di lingua italiana. I nostri alunni hanno illustrato il percorso della ricerca che ha portato alla pubblicazione del libro “UN OCEANO DI CARTA”; Gli alunni del liceo Bristol hanno presentato le caratteristiche della loro città e del loro corso di studi. IL clima colloquiale che si è subito stabilito tra gli alunni ha visto la nascita di un gruppo di scambio tramite gli strumenti tecnologici con i quali poter conservare uno scambio culturale tra le scuole.

 

Un’altra tappa del viaggio ci ha portato a visitare la sede dello Stato del Connecticut, della Camera e del Senato, con l’incontro del Governatore Ned Lamont e del deputato Edwin Vargas a cui sono state donate le nostre pubblicazioni. Il riconoscimento al nostro lavoro è stato espresso attraverso la consegna di un attestato di merito. Il nostro viaggio non poteva concludersi senza la visita e il saluto al nostro amico Filippo Frattaroli, a Boston; già meta di un precedente viaggio di cui sono stati protagonisti 16 alunni e 3 docenti per la divulgazione del primo volume “La Merica”. La calorosa accoglienza e ospitalità riservataci ha rafforzato ancora una volta il sodalizio con il nostro Liceo che trova presso di lui un sicuro appoggio e sostegno per alcune attività progettuali.  

Grazie a tutti! Torneremo!!!

 

La delegazione di studenti e docenti del Vico

 

 

***

 

 

PRESENTAZIONE DEL LIBRO “UN OCEANO DI CARTA” AD HARTFORD NEL CONNECTICUT

   

II


Invia commento comment Commenti (0 inviato)