Privacy Policy politicamentecorretto.com - Inaugurata a Matera la Mostra fotografica “Terra delle Gravine”promossa dalla Città di Massafra

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Inaugurata a Matera la Mostra fotografica “Terra delle Gravine”promossa dalla Città di Massafra

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image  
 
 
Una autenticità vera. Questo il sintetico giudizio espresso dal sindaco Fabrizio Quarto nel rappresentare le “varie anime” della Terra delle Gravine, che da questa mattina è in mostra, attraverso “emozionali fotografie”, presso gli Ipogei di S. Francesco, nella Città di Matera.
 L’iniziativa è stata promossa dalla Città di Massafra, in qualità di soggetto capofila, e ospitata nella suggestiva cornice degli Ipogei, grazie a Confindustria Basilicata e all’azienda Irigom di Massafra, nell’ambito della settimana dedicata alla sostenibilità “Materia Circolare”.
 Il sindaco Quarto, nel ringraziare per l’ospitalità ricevuta, ha sottolineato come si stia sempre più radicando l’economia circolare nel binomio impresa/industria – territorio, dove marchio e territorio sono strettamente legati. A proposito dell’esperienza che ha unito i dodici comuni facenti parte della “Terra delle Gravine” (Massafra, Castellaneta, Crispiano, Ginosa, Grottaglie, Laterza, Montemesola, Mottola, Palagianello, Palagiano, San Marzano, Statte), Quarto ha affermato che la forza è stata quella del “pensare insieme”, senza incomprensioni e senza lotte di “campanile”, mettendo a sistema ciò di cui il territorio dispone e rendendo fruibile ogni bene patrimoniale. In linea prospettica – ha concluso il sindaco – la Terra delle Gravine deve includere, per evidenti similitudini, anche Matera.
 La mostra, che comprende 24 scatti emozionali di Roberto Ligurgo aventi come dominatore comune le peculiarità del vasto territorio, che va dal mare alla collina, è stata allestita ottimamente dal fotografo Domenico Semeraro e dall’operatrice culturale Alessandra Basile, che ha anche coordinato gli interventi dei numerosi rappresentanti delle varie amministrazioni presenti. Gli stessi hanno sottolineato come sia importante promuovere il territorio per offrirlo e come il “marchio” rappresenti un ulteriore strumento a supporto dell’intera area.
La delegazione massafrese era composta dal presidente del Consiglio Baccaro, dagli assessori Ricci, Guglielmi, Lepore, Di Gregorio e Bommino e dai consiglieri Losavio e Cardillo.
Il consigliere Clementina Losavio, incaricato alle attività connesse a “Matera, Capitale della Cultura 2019”, ha aperto la cerimonia di inaugurazione, soffermandosi sulle caratteristiche che legano i vari comuni facenti parte della “Terra delle Gravine”, terra solcata da splendidi burroni, e su come sia importante non rimanere relegati agli steccati ma avere una visione più ampia, promuovendo ciò che abbiamo in comune, aprendoci all’esterno e auspicando buoni frutti nel futuro.
La mostra resterà aperta al pubblico, sempre a Matera presso gli Ipogei s. Francesco, tutti i giorni sino al 23 giugno p.v. dalle ore 9 alle ore 13 e dalle ore 15 alle ore 20. Successivamente la mostra diventerà itinerante tra i 12 comuni della Terra delle Gravine.
Nella foto un momento del taglio del nastro.

Invia commento comment Commenti (0 inviato)