Privacy Policy politicamentecorretto.com - Il Sindaco di Mongrassano faccia gli interessi della sua comunità e non della Siemens Gamesa!

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Il Sindaco di Mongrassano faccia gli interessi della sua comunità e non della Siemens Gamesa!

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

La sospensione dei lavori del parco eolico di Mongrassano- “Aia del Vento”, decretata dal Ministero Beni e Attività Culturali dopo che per un anno e mezzo tutte le attività sono state svolte SENZA autorizzazione paesaggistica (scaduta a novembre 2017), è stata comunicata alla Siemens Gamesa, al Sindaco di Mongrassano e alle locali forze dell’ordine venerdì 22 maggio. Ciò nonostante, lunedì 25 il cantiere ha funzionato come nulla fosse e a stento le autorità preposte hanno dato esecuzione al provvedimento da martedì 26. Con il pretesto della messa in sicurezza del cantiere, poi, che in realtà avrebbe dovuto precedere qualsiasi attività, di fatto i lavori proseguono tuttora. Oggi è stata addirittura montata un’altissima antenna nella più completa indifferenza di quanti dovrebbero vigilare sul rispetto della disposizione ministeriale, la cui violazione è punita penalmente.

Quali interessi rappresenta e difende il primo cittadino di Mongrassano, refrattario ad emanare qualsiasi provvedimento che impedisse la violazione in atto? E perché le stesse forze dell’ordine sembrano sottrarsi sistematicamente ai loro compiti di sorveglianza anche dopo che il fermo è stato notificato? Siamo di fronte a mera ‘svogliatezza’ o i fili delle marionette che si muovono sul palcoscenico sono tenuti da mani criminali? È un affare da 40 milioni di euro, questo della realizzazione dell’eolico di Mongrassano, giova forse ricordarlo, e la Regione l’ha autorizzato e favorito in modo più che spregiudicato, senza rispettare le regole del gioco. Le implicazioni che s’intuiscono sottotraccia sono più che preoccupanti. La legge è ancora uguale per tutti, in Italia, oppure in Calabria alcuni sono più uguali degli altri?!

Margherita Corrado (M5S Commissione Cultura e Commissione Bicamerale Antimafia)


Invia commento comment Commenti (0 inviato)

Altre notizie