Privacy Policy politicamentecorretto.com - Cosenza: scuole serale e nelle carceri, Granato (M5S) interroga il ministro Bussetti, "garantire il diritto all'istruzione e il lavoro di 150 docenti"

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Cosenza: scuole serale e nelle carceri, Granato (M5S) interroga il ministro Bussetti, "garantire il diritto all'istruzione e il lavoro di 150 docenti"

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

«Garantire il diritto allo studio per gli studenti frequentanti i corsi serali e quelli attivati all'interno degli istituti penitenziari nella provincia di Cosenza». L'ha chiesto con specifica interrogazione al ministro di competenza, Marco Bussetti, la senatrice M5S Bianca Laura Granato, segretaria della commissione Istruzione pubblica e Beni culturali. L'iniziativa, ha riassunto la senatrice nel suo atto parlamentare, nasce dal fatto che nei giorni scorsi «l'Ambito territoriale provinciale di Cosenza ha recapitato una lettera ai docenti in servizio nell'anno scolastico 2018/2019 nei corsi serali e presso gli istituti penitenziari della provincia, dichiarandoli “perdenti posto”». Si tratta, ha precisato l'esponente del Movimento 5 Stelle,«all'incirca di 150docenti, che sono stati costretti fare richiesta di trasferimento». Pertanto, ha aggiunto la senatrice, «la conseguenza che appare profilarsi, assolutamente da scongiurare, è che per il prossimo anno scolastico non si attivino i corsi di istruzione serali e carcerari, a danno degli studenti frequentanti, che si vedrebbero privati del diritto all'istruzione, costituzionalmente garantito». Da qui l'auspicio della parlamentare M5S «che il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca intervenga con l'attribuzione di una dotazione organica aggiuntiva per l'anno scolastico 2019/2020, al fine di scongiurare l'ipotesi della mancata continuazione dei percorsi di studio nel territorio della provincia di Cosenza». «Ritengo doveroso – è il commento di Granato – difendere il diritto all'istruzione degli interessati, che sono persone più svantaggiate, e il lavoro dei docenti che finora si sono occupati di formarli».


Invia commento comment Commenti (0 inviato)

Altre notizie