Privacy Policy politicamentecorretto.com - UE-ITALIA. DISCUSSIONE SERIA, MA RISOLVIBILE NELL’INTERESSE DI TUTTI

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

UE-ITALIA. DISCUSSIONE SERIA, MA RISOLVIBILE NELL’INTERESSE DI TUTTI

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

 

 

Alcune considerazioni mattutine di sintesi, mentre aspetto che esca il…caffè.

 

Per quanto attiene il procedimento di infrazione, malgrado la voce grossa delle controparti, alla fine si troverà una soluzione-compromesso, non soltanto nell’interesse dell’Italia, ma anche e soprattutto della stessa Europa che non può permettersi di incrinare le basi dell’Unione, tra l’altro penalizzando uno dei partner storici più importanti, realtà questa che, ovviamente, potrebbe minare l’integrazione in prospettiva anche di un potenziale necessario assetto politico futuro;

 

Matteo Salvini, si atteggia sì a…super-decisionista facendo pensare ad una crisi di governo imputandola al M5S, ma sicuramente sta pensando in cuor suo che, facendo cadere il governo, quasi sicuramente non potrà contare sui voti che ha in questo momento, facendo probabilmente  la  stessa fine di Renzi, per cui gli conviene star tranquillo, atteso che con Berlusconi ed i diversi piccoli della ex galassia berlusconiana, preferisce tenere le distanze, Fratelli d’Italia della Meloni compreso;

 

Luigi Di Maio, ne sta facendo sì le spese quanto a consensi, ma ha al suo attivo diverse cose, in primis, un aspetto di serietà, sia pur accompagnata da inesperienza, che non fa male a nessuno e, tantomeno a Salvini, anzi !, avendo quest’ultimo bisogno di mitigare un atteggiamento più vicino al Duce che a…De Gasperi (passatemi la boutade).

 

I soldi per dare una giustificazione all’Europa onde evitare l’infrazione per eccesso di debito si troveranno, se vuoi anche come fanno quei prestigiatori che fanno uscire un coniglio dal cappello.

 

Ed infine, io penso che, in questo momento, l’Italia non sarebbe più in grado di affrontare a breve nuove elezioni  (dubito che il Presidente della Repubblica potrebbe avallare questo !), stante il fatto che, un ritorno alle urne, potrebbe significare, questa volta davvero, un pa-ta-trac dai risvolti imponderabili per il Paese che, almeno a mio avviso, ha ancora parametri sani per poter proseguire e risolvere i problemi, compreso quello di un certo ripianamento del debito pubblico.

 

Poi, per finire sul “leggero-speranzoso”, se vuoi anche ilare,  si dovrà tener conto dei…giochi olimpici che, nel prossimo futuro, non solo come immagine positiva per il Paese,   saranno certo molto utili alle future finanze italiane. Anche se, rispetto al debito pubblico, saranno poco più di una goccia sul mare. Cosa che potrebbe deporre sin d’ora a favore anche da parte  degli attuali esponenti UE, trattandosi di vero investimento nel breve termine. Insomma: quasi una manna caduta dal cielo…a nostro favore. 

 

Arnaldo De Porti

 


Invia commento comment Commenti (0 inviato)