Privacy Policy politicamentecorretto.com - POLITICA : RIDATECI LA SERENITA’ PER POTER CONTINUAR A VIVERE…

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

POLITICA : RIDATECI LA SERENITA’ PER POTER CONTINUAR A VIVERE…

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

Gli Italiani stanno vivendo un periodo che, come ho già scritto più volte su questo giornale, non permette più di vivere fisiologicamente tranquilli,  scossi come sono-siamo da una situazione socio-politica che sembra non volgere al meglio, tanto da non dover  tener  in debito conto di quella realtà secondo la quale, quando si è toccato il fondo, giocoforza  ci si deve pur rialzare,  supponendo di aver superato l’ostacolo che ci ha fatto sprofondare. Ma anche questa constatazione sembra non aver più senso in quanto, pur sussistendo in Italia tutte le condizioni per vivere bene, ripeto bene, si continua a privilegiare un masochismo “sui generis”  che non associa (per il masochista ovviamente)  il piacere alla sofferenza  come viene spiegato nei trattati di sessuologia, ma , al contrario, produce  sofferenza e basta…

 

In cuor nostro, tutti vorremmo uscire da questo impasse che sta distruggendo il piacere di vivere, portatore quest’ultimo di quella serenità che permetterebbe  di vedere il panorama  socio-politico con altri occhi, ma una serie di condizionamenti traumatici che, a mio avviso, l’era del berlusconismo ha fatto  nascere ed alimentare da qualche decennio ad oggi nel pensiero collettivo del popolo italiano sembra non essere più in grado di trovare un antibiotico efficace per uscire da questa sorta di gabbia mentale nella quale le persone per bene  si dibattono senza alcun risultato: insomma, secondo il mio modo di sentire e di vedere,  l’Italia si presenta ancora  come un contenitore ancora fortemente avvelenato da …sciacquare  in continuazione per molto tempo prima di arrivare alla completa pulizia-disinfestazione,  essendo esso ancora fortemente intriso di veleni vari: esattamente come fa il contadino quando, dopo aver dato i solfati alle viti, deve poi sciacquare la pompa per l’irrorazione del veleno stesso, pulizia che non  riesce  mai al cento per cento dato che il solfato di rame continua a lasciare un alone difficile da togliere… (e così qualcuno capirà anche  la mia estrazione sociale).  Unica differenza: detto veleno fa bene alla vite e quindi anche all’uomo quando assume il buon vino, l’altro, quello politico, fa male alla vita !

 

In questo momento, siamo in stand by politico ed è pertanto difficile fare delle previsioni per un futuro governo, ma finalmente esiste sulla carta una nota positiva: ci sarà un’opposizione, anche se costituita da..”cani e porci”  con tutto il rispetto per coloro che non sono tali.

 

Il direttore di Libero, Alessandro Sallusti, che io stimo molto come bravo giornalista (di parte avversa alla mia) immagina un governo fatto da Salvini, Meloni e…Berlusconi contro l’armata Brancaleone fatta da Pd-M5S-LEU ed altri soccorritori. Ebbene, nel fare un encomio a Sallusti per la sua capacità professionale, non posso esimermi dal chiedergli dove egli trovi il coraggio di mettere in campo ancora Berlusconi, sul conto del quale mi sono già espresso in premessa.

 

Detto questo,  in chiave solo interlocutoria riveniente dallo stand-by politico, non saprei proprio che pesci prenderà il capo dello Stato.  A meno che, per ragioni di stato (scusate il bisticcio) non pensi che un eventuale “dentro tutti” possa provvisoriamente, ripeto provvisoriamente,  detergere dalla predetta pompa di irrorazione un po’  di quel veleno di cui facevo cenno dianzi, in modo da far passare  un liquido parzialmente pulito  attraverso una qualche strozzatura.

 

Ma anche quest’ultima non sarebbe una soluzione capace di dare un po’ di serenità al Paese.

Chi vivrà…vedrà…

 

ARNALDO DE PORTI

 

Invia commento comment Commenti (0 inviato)