Privacy Policy politicamentecorretto.com - Vigili del Fuoco intervenuti a Massafra per soccorrere un cagnolino rimasto imprigionato nel canale di scolo, nei pressi della villetta Lovelli su corso Roma

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Vigili del Fuoco intervenuti a Massafra per soccorrere un cagnolino rimasto imprigionato nel canale di scolo, nei pressi della villetta Lovelli su corso Roma

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

  

“Maggiori controlli e soprattutto più decoro e pulizia”.È questo che Ida Cardillo, consigliere comunale, e Angelo Notaristefano, segretario  GD Massafra, chiedono in seguito ad un episodio avvenuto in Corso Roma.
Nei giorni scorsi, infatti, i Vigili del Fuoco sono intervenuti per soccorrere un cagnolino rimasto imprigionato nel canale di scolo, nei pressi della villetta Lovelli su corso Roma. Gli uomini del 115, ringraziati per la professionalità e l’impegno, hanno operato in luoghi  estremamente degradati,  dove sono presenti rifiuti e siringhe probabilmente usate da consumatori abituali di stupefacenti. Inoltre, al lato del canale, è stato scoperto un bivacco fortuito.

Una storia a lieto fine che ha anche portato alla luce  come, con l’amministrazione Quarto, il degrado  sia arrivato nel centro, nel cuore  di Massafra.

La condotta che è sotto la sede stradale di corso Roma , presenta un  basamento in  gran parte eroso  con una voragine, nella quale era intrappolato il meticcio soccorso. 
L’accesso al canale risulta poi estremamente facile, anche da parte di ragazzini che scavalcando potrebbero accedere ai luoghi, e ferirsi o pungersi con le siringhe. Lo stanzino individuato è stato scassinato ed è probabilmente abitato da persone in difficoltà o senza fissa dimora vista la presenza di materassi, sedie e un tavolino.

“Siamo  intervenuti (precisano Ida Cardillo, consigliere comunale,  e Angelo Notaristefano, segretario  GD) per segnalare la questione alle istituzioni comunali con un'istanza. Facciamo l’ennesimo appello per sensibilizzare il Sindaco e gli assessori su ciò che avviene a Massafra.
Chiediamo che il canale sotto la sede stradale di Corso Roma venga ripristinato e bonificato, e che non sia accessibile a qualsiasi avventore, attraverso una custodia costante e puntuale, anche con dispositivi di video-sorveglianza.

Inoltre bisogna provvedere  alla chiusura e alla pulizia dello stanzino trasformato in dimora e bisogna intervenire in maniera più incisiva, a supporto di chi vive in condizioni di marginalità, povertà e disagio, tanto da dover dimorare in improvvisati e pericolosi tuguri.

Infine altro aspetto da tener conto è di intervenire sulla problematica dei cani randagi, anche valutando la realizzazione di un “canile rifugio” nel nostro Comune.
Si confida (hanno concluso il consigliere comunale Ida Cardillo e il segretario GD  Angelo Notaristefano)  in un immediato intervento. Nel contempo gli stessi hanno informato l’ufficio sanitario della A.S.L.

Nell'ultima commissione ambiente ed ecologia, l'istanza ha raccolto il supporto e la sottoscrizione da consiglieri di maggioranza e minoranza, che ne condividono gli intenti.

Invia commento comment Commenti (0 inviato)