Privacy Policy politicamentecorretto.com - Pd e M5S DEVONO RINGRAZIARE SALVINI

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Pd e M5S DEVONO RINGRAZIARE SALVINI

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

Premesso che la Lega, ora come ora, fa un’opposizione non politica, ma semplicemente indecente, volgare e fuori da ogni civismo anche rispetto al suo capo Salvini che, al contrario, oggi si comporta,  quanto ad etica, strano a dirsi,   in maniera quasi diametralmente opposta al suo entourage schiamazzante ed urlante anche nei luoghi, come il parlamento, in cui si dovrebbe invece dare lezione di civiltà, va detto che l’ex Ministro dell’Interno è stato una sorta di cartina di tornasole che, attraverso alcune reazioni di natura politica assimilabili a quelle strettamente chimiche della cartina di tornasole appunto,  ha saputo cambiare di colore la nuova maggioranza da giallo verde a giallo-rosso.

 

A questo punto, sia M5S che Pd, dovrebbero ringraziare detto ex Ministro perché, con il suo pregresso  sindacabile atteggiarsi rispetto a buona parte degli Italiani, ha fatto in modo che, due partiti che stavano per correre il rischio di affondare in un pozzo di assoluta nullità fino ad una loro potenziale scomparsa, riprendessero non solo il respiro, ma anche le gambe per camminare nella nuova “avventura” di governo che, magari sbaglierò, avrebbe tutti i crismi per dare all’Italia un po’ di smalto capace di reinserire, a pieno titolo, il paese nel contesto internazionale, specie quello europeo.

 

Forse saranno in molti a non aver capito che Salvini non era una cima rispetto a Di Maio, anzi: le sue continue defezioni nei contesti europei, ma anche nel parlamento italiano, a mio avviso erano imputabili a scarsa preparazione istituzionale, circostanza che non gli permetteva, ad evitare  magre figure, di esporsi pubblicamente in maniera intelligente, capace e preparata, se non nelle…spiagge. A questo proposito mi verrebbe da dire che un Di Maio avrebbe sfigurato meno, malgrado la sua impreparazione politica riconducibile all’iniziale esperienza politica, come sarebbe successo a tutti.

 

Detto questo, io suggerirei sia al Pd che al M5S, di essere miti nella dialettica contro la nuova opposizione, convinto come sono che, il grande incendio  iniziale promosso dalla Meloni e da Salvini stesso per protestare contro l’insediamento del nuovo governo, si spegnerà a breve, anche perché, gli Italiani si sono resi conto che i nervi d’acciaio, pacatezza ed educazione dell’attuale primo ministro, varrà di più dell’opera del corpo nazionale dei Vigili del Fuoco per spegnere detto incendio folcloristico e non di civismo politico.

 

Ergo, Di Maio e Zingaretti, mandate un mazzo di fiori a Salvini con un biglietto di ringraziamento.

 

Arnaldo De Porti

Belluno-Feltre

Invia commento comment Commenti (0 inviato)