Privacy Policy politicamentecorretto.com - PROVINCIA DI BELLUNO. PIU’ POLVERI SOTTILI A TERRA O DI PIU’ IN ARIA… SOPRA DI NOI ?

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

PROVINCIA DI BELLUNO. PIU’ POLVERI SOTTILI A TERRA O DI PIU’ IN ARIA… SOPRA DI NOI ?

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image
 
 
Premesso che le foto allegate valgono più dell’articolo, da qualche tempo a questa parte, non soltanto lo scrivente ma anche tanti altri come me, ci chiediamo se, quanto succede sopra le nostre teste, sia più o meno inquinante rispetto all’emissione dei tubi di scarico della macchine che attraversano la nostra bella provincia: mi riferisco agli aerei che, in questi ultimi due-tre anni, sorvolano non solo le dolomiti, ma anche i nostri centri urbani.
Proprio oggi, mi sono soffermato una mezz’oretta a guardare il cielo contando ben 34 enormi scie di condensazione di altrettanti aerei che avevano appena sorvolato parte della nostra provincia.
Mi chiedo, e forse sono il primo a porsi questa domanda, se nella nostra provincia c’è mai stato qualcuno che abbia sollevato il problema che, oltre a contribuire, insieme con altri,  al surriscaldamento del globo, ma anche a far tremare le dolomiti (chi mi assicura che certi stacchi di montagna non siano riconducibili a spostamenti d’aria da rumore al passaggio dei supersonici, oltre che da aerei passeggeri ?), non si sia ancora preoccupato a questo proposito, atteso che il passaggio degli aerei è in continuo aumento, tanto da ipotizzare che, a breve, spero tanto di no, ci potrebbero essere delle conseguenze  legate a difficoltà da parte delle stesse torri di controllo a monitorare e dirigere il traffico aereo. Mi è capitato infatti di parlare, già qualche anno fa con  addetti alle torri di controllo e assicuro che, già da allora,  l’ottimismo in questo senso non aleggiava  certo in questa importante e difficile professione.
Detto questo, suffragando il tutto dalle foto,   ho sentito dire che lo scarico di un aereo durante il volo, ma anche in sede di decollo, inquina in un solo minuto quanto possono inquinare nella stessa misura di tempo oltre diecimila tubi di scarico delle macchine che circolano nelle nostre strade. Per cui,  quando viene imposto il blocco del traffico automobilistico delle nostre città a causa del proliferare delle cosiddette polvere sottili, si dimentica che il traffico aereo di questi tempi, determina nell’atmosfera un inquinamento  di gran lunga superiore e nocivo.
Considerazione finale.  Se la nostra provincia di Belluno si distingue per conclamata salubrità dell’aria, cosa si dovrà dire per tante altre città ? Posto che magari non siano più fortunate di noi ?
Ma di questo non si dice niente. Ma fino a quando ?
Arnaldo De Porti
 

Invia commento comment Commenti (0 inviato)