Privacy Policy politicamentecorretto.com - Città di Partanna Partanna, assegnati strumenti acquistati per il laboratorio di propedeutica musicale

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Città di Partanna Partanna, assegnati strumenti acquistati per il laboratorio di propedeutica musicale

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

 

 

 

Nicolò Catania: “Il progetto sarà realizzato grazie ai fondi del bilancio partecipato”

 

PARTANNA. Sono stati consegnati all'associazione musicale e culturale “Vincenzo Bellini” di Partanna gli strumenti musicali acquistati dal Comune con i fondi del bilancio partecipato 2019 per il progetto di un laboratorio di propedeutica musicale per bambini dai cinque anni in su. Il sindaco Nicolò Catania insieme al vicesindaco Angelo Bulgarello e al presidente del Consiglio comunale Massimo Cangemi hanno affidato gli strumenti al presidente e alla vicepresidente dell'associazione, rispettivamente Giuseppe Musso e Anna Maria Varvaro. Il progetto, che riguarda il laboratorio di propedeutica musicale destinato ai bambini, si svolgerà presso i locali del Monastero delle Bendettine. “Il laboratorio sarà realizzato – afferma il sindaco Nicolò Catania – grazie ai fondi messi a disposizione nel bilancio partecipato, uno strumento che ci consente di offrire un sostegno concreto a progetti dedicati alla comunità, in questo caso a un'iniziativa che permetterà ai giovanissimi di avvicinarsi al mondo della musica in modo creativo e divertente. In questo senso la collaborazione con le associazioni locali è fondamentale per promuovere la cultura artistica e musicale e incentivare l'aggregazionismo e la socializzazione dei più piccoli”.

 

Invia commento comment Commenti (0 inviato)