Privacy Policy politicamentecorretto.com - "Caba-Zen" - Treia, 30 novembre 2019

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

"Caba-Zen" - Treia, 30 novembre 2019

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

Presentazione: 

 

Quello a cui  parteciperemo,  alle ore 21.15 del 30 novembre 2019, nel Teatro comunale di Treia,  non è propriamente uno spettacolo teatrale, almeno non nel senso classico. Il titolo scelto dalla regista Morena Oro è “Caba-zen” e già questo evoca qualcosa che non sta nella logica teatrale corrente, è una mistura di Cabaret e di Zen. 

 

Ma sia la parola cabaret che la parola zen non sono   esaustive nel fornire il senso di questa recita, forse potremmo definirla una sorta di “pot-pourrì di varietà e cultura”. Dentro c'è un po' lo stile del cabaret nell'andirivieni veloce degli attori e nel susseguirsi di scenette e di esibizioni un po' astruse ma c'è anche lo spirito zen, nell'immediatezza del linguaggio, con una scenografia povera ed un dialogo scarno ma risvegliante. 

 

Un modo di rappresentare le immagini rendendole vive e parlanti, immagini simboliche e rappresentative del nostro mondo, del nostro luogo e di quel che noi siamo nella realtà dei fatti. Tentiamo questo esperimento sincretico attraverso l'esibizione di varie forme culturali che hanno origine nella fantasia dei compartecipi stessi, pubblico compreso. 

 

Qui ci troviamo in una situazione in cui non sai se sei sveglio o se dormi, ci ritroviamo in questo bel teatro di Treia ma non sappiamo bene neanche noi perché. Siamo partiti pensando di realizzare un saggio a più voci, mani e piedi, mettendo in mostra le variegate capacità espressive riposte in ognuno di noi. Un po' di poesia, un po' di canto, un po' di danza, qualche performance, qualche storiella edificante, qualche musichetta... ma non solo questo c'è anche un tentativo di trasmettere un senso etico e morale adatto alla nostra comunità. 

 

Insomma siam qui tentando di trasmettere un messaggio fantastico ma universale, per una condivisione amichevole della nostra arte e per il risveglio della nostra coscienza sociale, culturale, umana, adatta a Treia (e forse anche oltre).

(Paolo D'Arpini)

 

Cast attori in ordine alfabetico: Maurizio Angeletti, Andrea Biondi, Silvana Cappelletti, Nunzio Cocco, Elena Farabollini, Paolo D'Arpini. Cristiana Mei, Morena Oro, Orietta Piervittori, Barbara Rossetti, Chiara Teloni

 

 

Invia commento comment Commenti (0 inviato)