Privacy Policy politicamentecorretto.com - ARRIVA VADEMECUM ORTODONTICO ASIO PER PEDIATRI

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

ARRIVA VADEMECUM ORTODONTICO ASIO PER PEDIATRI

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

Associazione specialisti italiani ortodonzia (Asio) - Congresso nazionale 'Teamwork in orthodontics', da oggi a sabato a Bologna



SANITÀ. MALOCCLUSIONI, ARRIVA VADEMECUM ORTODONTICO ASIO PER PEDIATRI

CON SEGNI E SINTOMI DA VEDERE PER INVIO PRECOCE PAZIENTI A ORTODONTISTI

(DIRE) Roma, 28 nov. - L'Associazione specialisti italiani ortodonzia (Asio) è in prima linea sull'educazione dei pediatri sul tema delle malocclusioni. L'Asio ha lanciato, infatti, un 'Progetto educativo per i pediatri'. "Abbiamo sviluppato un Vademecum che regaleremo a tutti i nostri soci al Congresso. Ogni socio dovrà poi darlo ai pediatri di riferimento". A dirlo è Cesare Luzi, presidente Asio, in una videointervista della Dire.

Il Vademecum ortodontico e le schede sulle malocclusioni, che descrivono le principali patologie ortodontiche, sono contenute in "un booklet, un libricino, per i pediatri in cui spieghiamo il perchè un paziente vada riferito ad uno specialista in Ortodonzia. Illustriamo tutti i segni e i sintomi che il pediatra dovrebbe vedere e che sono di nostra pertinenza", precisa Luzi.

Sotto la lente di ingrandimento saranno poste, allora, la respirazione orale, le abitudini viziate, il morso aperto, il morso incrociato e così via. "Quando il pediatra vedrà questi segni o sintomi in un paziente- chiarisce il presidente Asio- dovrebbe riferirlo a uno specialista in Ortodonzia. Purtroppo molti pediatri ancora pensano che finchè un bambino non cambi i denti non debba farsi visitare dal dentista o dall'ortodontista.

Così come- aggiunge- ancora molti pediatri non hanno chiaro chi sia lo specialista in Ortodonzia, tanto che quando i pazienti cambiano tutti i denti li mandano dal dentista. Non è così - assicura il presidente Asio- noi li stiamo educando sul fatto che esistono gli specialisti in Ortodonzia e che le prime visite vanno fatte presto perchè non dipende dai denti che hanno cambiato, ma dal tipo di malocclusione e se l'intervento va fatto precocemente o tardivamente. Ecco perchè siamo strettamente legati a doppio filo con i pediatri- conclude Luzi- ma vorremmo esserlo sempre di più".

 

 

 

Grazie

Un saluto,
Roberta Narducci
Tel. 
+39 0645499571
comunicazione@agenziadire.com

 

Invia commento comment Commenti (0 inviato)