Privacy Policy politicamentecorretto.com - LETTERA A VELTRONI

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

LETTERA A VELTRONI

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

 

 

CARISSIMO WALTER … a me sembra logica una sconfitta dopo l'altra… credo che soltanto tu non vuoi capire e non hai voluto capire …anche se dici di averci pensato.
fai il buonista ma sappiamo tutti che non lo sei anzi all'interno del tuo partito affermano esattamente il contrario.

SI PERDE CARO VELTRONI perche' mentre te vai lontano da roma gli interessi che prima sostenevano la tua poltrona da sindaco si sono spostati immediatamente a destra… hanno solo messo qualche moneta in piu' sul tavolo per continuare il mostruoso piano regolatore della capitale che avevi lasciato progettare.

SI PERDE perche' si presenta a sindaco sempre della capitale un certo RUTELLI che contro lo stupro alle donne propone un braccialetto… appaltato con ditte… e una si domanda come si puo' votare un tizio simile che non capisce niente dello stupro e addirittura lo appalta cosi' come aveva fatto con la centrale del latte e tutti i servizi pubblici ?

E per quale motivo non avete mai detto che appaltando all'esterno i servizi pubblici conviene meno che assumere regolarmente ? non lo avete detto perche' sia a destra che a pseudo sinistra attraverso le ditte appaltatrici rientrano economici e loschi affari ?

SI PERDE perche' hai cavalcato l'onda di rancore che c'era nei confronti di un bertinotti alla camera il quale ha smesso di fare reale opposizione. Pensavi di fregarti le sinistre e invece gli operai che mangiano pane e TV hanno dato i voti alla lega… ti hanno lasciato qualche somaro che ancora non comprende la politica borghese del PD.

SI PERDE perche' hai fatto nascere il partito da un editto di DE BENEDETTI e infatti lo hai chiamato PD… PARTITO DEBENEDETTI… cosa speravi di vincere con un quotidiano come la repubblica e un settimanale come l'espresso che pubblica interviste ad un certo giornalista SPOSINI il quale afferma che vorrebbe fare un programma non sui disastri della politica ma sulle donne politiche che ammettano in tv a chi la danno o l'hanno data.  E il giornalista che lo intervistava invece di dargli che so io un colpetto sulla spalla per farlo riprendere da tale volgare idiozia… gli dice che forse nessuno in tv avrebbe fatto quel programma… siamo alla follia.
I tuoi ometti sono alla follia… come esattamente il vertice… e poi dopo tale interviste pubblicate come fate a dire qualcosa sulla violenza ?

PERDETE e balbettate… SORU si e' dimesso perche' il PD voleva fare la stessa politica di silvio berlusconi… sventrare la sardegna… con ville e villette… risultato uguale … tanto valeva votare silvio che in fatto di condoni e abusivismi ne sa qualcosa piu' di voi… e infatti anche la SARDEGNA e' colpa dei tuoi ometti.

CONTINUI A DIRE CARO WALTER che non bisogna essere cattivi con berlusconi e infatti l'unico ad avanzare in voti e' di pietro che dell'antiberlusconismo ne ha fatto una bandiera… tanto che non potendo rompere le ovaie a lui le hanno rotte al figlio per tentare di azzittirlo e fermarlo.

E TI DOMANDI ANCORA PERCHE' PERDI SEMPRE ? … avete ridotto il vecchio partito comunista ad un 33 per cento di nulla… affermate che le sconfitte provengono dal fatto che avete messo insieme troppa gente dalle idee diverse e le vostre ancora non le abbiamo sentite. Cosa dite sugli immigrati ? cosa dite sulle case sugli affitti sulle banche sulle assicurazioni ? … niente… sul lavoro … niente … sul precariato ? niente…sulla cassa integrazione ? niente… balbettate qualcosa che non si sente… manca il coraggio e la capacita' di un programma reale e alternativo.

LA DESTRA SI PRESENTA con le sue quattro risposte dementi ma chiare… i stupratori vanno castrati… e voi silenzio… nessuno che dice qualcosa in merito alla cultura… in merito al fatto che la sessualita' andrebbe spiegata nelle scuole… in merito al fatto che piu' si peggiora la condizione di vita e il salariato piu' fatti del genere accadranno… nessuno dice che la maggioranza delle violenze sessuali denunciate avviene nelle case … in quelle case e luoghi occidentali dove le donne subiscono stupri proprio dal marito o dal capo ufficio o dal vicino di casa.

E MI VERGOGNO ANCHE DI ALCUNE DONNE che organizzano manifestazioni contro la violenza sessuale cavalcata dalla destra e a vanvera ripetono che la maggioranza delle violenze in italia avvengono per colpa degli immigrati.

Falsita' che arrivano ovunque anche dalle mie sorelle e che non fanno onore alla liberta' e alla verita'… figuriamoci alla soluzione…e' vero soltanto che gli immigrati stanno aumentando le violenze sessuali… ma perche' non parliamo anche di quelle fatte da italiani padroni ad immigrate assunte ? quelle fatte a rumene, cinesi, filippine… perche' non si fa una legge uguale per tutte ? …silenzio totale.

IN PIENA CRISI ECONOMICA non avete detto nulla sui direttori che ancora vengono prelevati dall'esterno e non attraverso regolare concorso… sono direttori politici che prendono circa 10 mila euro al mese mentre un direttore da concorso e regolarmente assunto ne prenderebbe 2000 … tutto procede come sempre nelle pubblica amministrazione di cui brunetta si lamenta colpendo solo gli impiegati e definendoli fannulloni quando a pesare sono proprio quelle buste paghe dei dirigenti esterni.

SPIEGAMI CARO WALTER per quale motivo vi si dovrebbe votare alle europee ?

Siete felici di aver messo lo sbarramento al quattro per cento ? oppure avete finalmente voglia di notare che vi siete autosbarrati ?

LA DESTRA HA 4 O CINQUE SLOGAN… FREGARE IL PROSSIMO - FOTTI L'OPERAIO - RUBA E VENDI - COMUNICA SCEMENZE IN TV - L'IMMIGRATO E' IL CATTIVONE - TUTTI IN GALERA - I ZINGARI VANNO RINCHIUSI - NIENTE TASSE AI RICCHI.

Le banche sono della lega - le assicurazioni e tutto il resto di silvio.

Voi avete qualche parola d'ordine chiara ? ammettiamo che non siete come la PDL … cosa ci dite in opposizione a queste quattro strunzate ?

BHO BHE BHA… cosa avete fatto una volta al governo dove tutti si aspettavano un impegno concreto nel diminuire i prezzi di mercato in mano alla mafia e aumentare i salari ? … niente… vi siete occupati del debito pubblico giustamente… e di come spartirvi le poltrone vuote perche' non siete mai stati capaci di pulire quelle piene di destra.

COSA VOLETE che dica il popolo quando vi vede a cena con LETTA braccio destro di silvio… cosa volete che dica il popolo quando non vi vede nelle periferie delle citta'… cosa volete che dica il popolo quando non siete stati capaci di eliminare in parte la burocrazia… il popolo vota a destra che almeno loro fanno finta di tagliare la testa agli immigrati che prima sfruttano nelle fabbriche del nord.

nella guerra tra poveri… agli italiani dementi e senza cultura viene data qualche finta e assurda soddisfazione.

QUANDO DIRETE che l'immigrazione avviene perche' le multinazionali occidentali sfruttano le ricchezze del sottosuolo di tutto il mondo senza rendere nulla ? cosa volete che fanno se non emigrare coloro che muoiono di fame per colpa nostra… cosa facevamo noi italiani quando morivamo di fame ?

QUESTA ITALIA che voi volete traghettare al centro e' oramai feroce… perche' non avete voluto operare sulla cultura e perche' il centro non esiste piu' dopo l'eliminazione economica e scientifica e politica della classe media.

E NON MISCHIATEMI con FAMIGLIA CRISTIANA che difende gli immigrati perche' per la chiesa tra sale mense - case di riposo - dormitoi - sono una risorsa da sfruttare e si spaventano che i medici li denuncino solo perche' non dargli adeguata e giusta medicazione potrebbe diffondere epidemie. DI QUALE DIFESA ALLA VITA VOGLIAMO PARLARE ? fuori i finti da questo teatro distrutto… cadute le quinte la vedete o no la realta' drammatica ? … di cosa vogliamo parlare di regole per i ricchi o di libero mercato ? di cosa vogliamo parlare di amore per i miei fratelli e sorelle senza guardare la pelle… o di come possono essere sfruttati ?

a roma chi c'era per i spazi ai giovani ? chi c'era a trovare creativita' ? che risposte avete dato contro il razzismo ?...quale insegnamento e rispetto per le altre religioni…cosa in favore delle donne cosa in favore delle scuole e quali riforme reali e d'avanguardia avete proposto… cosa avete detto per l'arte che potrebbe sostenere realmente il paese.

Spiegami caro walter e una volta per tutte… per quale motivo noi di sinistra ti dobbiamo votare o votare il PD e scommetto che non hai una risposta da darmi… cambia simbolo al tuo PD, mettici una bella cambiale e presta danari come la fininvest…perche' il vostro non e' un partito e' un luogo in cui volete con una sola dirigenza accontentare tutti facendo passare soltanto quelli che hanno risorse economiche o politiche da offrire.

TUTTO SI COMPRA E TUTTO SI VENDE… ma non hai pensato che la maggioranza delle POVERE persone che vive sulla terra…su questo schifo di mondo che i quattro potenti fottuti stanno creando… NESSUNO LE COMPRA perche' non possono dare interessi in cambio e anzi…desiderano diritti uguali per tutti e sono contro lo sfruttamento.

peccato per voi che possiamo decidere di non votarvi e di non votare.

E' il nostro progetto pacifista finche' sulla pace si potra' ragionare e non sara' questione di vita o non vita.

Fatte le dovute conclusioni credo che soltanto le tue dimissioni NON siano adeguate. avete distrutto la sinistra - inventato un partito del nulla - perso ROMA - e tutte le ultime elezioni e fatto dimettere SORU per regalare la sardegna a berlusconi. DA CHE PARTE STATE ?

non votero' il PD ne ora ne mai …se qualcuno vuole votarlo o contestarlo puo' scrivermi all'email - giornale@namir.it e spiegarmi i motivi forse sto sbagliando…  pubblichero' il tuo intervento in namir in modo che venga letto da tutti e non censurato da quella dirigenza che fara' finte primarie per poi tornare a d'alema.

ricordo che non e' la prima volta che ti scrivo se intendi essere cancellato basta rispondere a questa email con scritto - cancella -


Invia commento comment Commenti (3 inviato)

  • Inviato in data pietro ancona , 18 Febbraio, 2009 21:02:29
    allergia fatale ========== Ora tutta l'area che va dal PD a tutta la sinistra è devastata.. E' come la striscia di Gaza bombardata dagli israeliani solo che la destra non può dire di averne il merito. La causa, anzi le cause, sono tutte interne al PD ed alla sinistra malati per la degenerazione patologica di quel progetto politico che si diparte dalla Bolognina e per la perdità di identità subita dai socialisti dopo il terremoto giudiziario craxiano. Il PD era diventato un partito allergico, fortemente allergico a quanto di progressista ci fosse non solo nella storia del PCI dal quale viene e della sinistra DC ma anche dello stesso Ulivo che non era contraddittorio ed eterogeneo così come è diventato il PD. L'Ulivo è stato un serio, importante tentativo di unificare il PC e la DC in un partito, in una piattaforma rivolta al miglioramento delle condizioni sociali e all'avanzamento della democrazia italiana. L'Ulivo stava con i lavoratori, appoggiò il grande sciopero per la difesa delle pensioni e gli alleati dell'Ulivo come Dini accettavano di stare in un percorso politico, in un progetto se non di sinistra almeno democratico. Il PD invece è nato dalla rincorsa a destra di due gruppi dirigenti ex Margherita ed ex DS ed è diventato nel tempo un informe clone del PDL senza esserlo nella sua base elettorale. Quando i due gruppi dirigenti hanno smesso di rincorrersi a destra hanno cominciato a rincorrere a destra il PdL: siamo al punto in cui su alcune cose le posizioni di Fini risultano più accettabili alla sensibilità democratica di quelle espresse da tanti esponenti del PD. Ieri Rutelli ed un altro gruppo di fedelissimi del Vaticano hanno votato la norma che limita la libertà personale garantita da oltre duecento anni di rivoluzioni liberali. Il testamento biologico diventa il contrario di quello che è in tutto il mondo: l'alimentazione e l'idritazione forzata cozzano con la ratio che ne fa una manifestazione di volontà da rispettare. I lavoratori italiani manifestano contro il continuo degrado delle loro condizioni materiali e delle normative che presiedono il rapporto di lavoro e tre quarti del PD fanno sapere di non condividere e coloro che vanno in piazza si guardano bene dal compromettersi con dichiarazioni troppo "radicali" di appoggio. Il PD di Veltroni ha proseguito la corsa suicida iniziata da Fassino: prima dalla parte dei lavoratori, poi in posizioni di terzietà tra capitale e lavoro ed infine dalla parte della confindustria con un pegno importante dentro la elezione di Calearo e Colaninno (cosa ben diversa degli industriali progressisti di stampo olivettiano del vecchio PCI) e l'adesione alle scellerate scelte relative all'Alitalia, al precariato, all'abolizione del contratto nazionale. Ichino, deputato del PD, sostiene apertamente l'abolizione dell'art.18. Nella terribile vicenda dei bombardamenti israeliani alla striscia di Gaza non solo si sono abbandonati i palestinesi ed i pacifisti, ma si partecipa a manifestazioni di sostegno degli aggressori. Ognuno può ripercorrere per conto suo le scelte compiute in questi anni dalla Margherita e dai DS prima e poi dal PD: una corsa affannosa e sempre più accelerata verso l'asocialità della destra italiana e verso un neoconfessionalismo che desta perplessità e a volte anche rabbia negli stessi ambienti cattolici progressisti. Il PD ha inseguito la destra sul piano più repellente della xenofobia e lo ha fatto con ordinanze dei suoi sindaci odiose ed apertamente ostili verso i poveri. Il Sindaco di Padova si è spinto a rimuovere le panchine ed abolire i semafori per cacciare i lavavetri. Ha assediato con un muro allucinante un quartiere costringendo alla evacuazione i suoi abitanti in gran parte immigrati. Nella sua deriva a destra fino alla xenofobia è accaduto un fatto che riguarda lo stesso Veltroni: subito dopo l'aggressione della povera signora Giovanna Reggiani ha preteso la convocazione del Consiglio dei Ministri, allora presieduto da Prodi, rivendicando con acuti strilli immediati provvedimenti restrittivi dei diritti dei migranti. Il governo si è riunito ed ha fatto quanto chiesto dall'allora Sindaco di Roma. Questo fatto ha ben impresso nell'opinione pubblica l'idea e la necessità di una politica securitaria che ora con il governo Berlusconi già raggiungendo livelli maniacali e limiti alle libertà non solo degli stranieri ma anche degli italiani. Con la decisione di rompere con la sinistra che si era dissanguata per tenere in vita il governo Prodi chiudendosi alle legittime aspettative e richieste della sua base espresse con la manifestazioni del venti ottobre 2007, il PD ha voluto stabilire un confine nettissimo con tutto ciò che in parte era stato in passato e che è ancora il sentire comune dei partiti socialisti europei. Si è voluto proporre come partito di centro moderato non rendendosi conto che in Italia il centro non esiste e che la stessa congiuntura economico-sociale spinge verso posizioni di netta radicalizzazione: o stai con la Marcegaglia o stai coi lavoratori. Non dico con i Sindacati dal momento che questi dal patto per l'Italia in poi sono coinvolti ed in parte hanno coinvolto la stessa CGIL in una politica di progressiva inesorabile riduzione dei diritti dei lavoratori. Purtroppo non esistono punti di riferimento validi dai quali ripartire per ricondurre a "normalità" la dialettica politica del Paese: un partito di destra o moderato ed un grande partito di ispirazione socialdemocratica che si contendono il potere. Le cose non stanno così e la crisi di identità dei PD risoltasi in una adesione ai principi della destra ha contagiato aree della sinistra radicale. Credo che la scissione del gruppo di Vendola, il PSI, la sinistra democratica aspirano ad allearsi con il PD senza fare tante storie sulla sua vocazione centrista o di centro-destra. Il resto della sinistra, dai comunisti italiani al Prc, ha grossi problemi nella sua nomenclatura fatta da tante persone che stanno vivendo una dolorosa "sindrome occhettiana" e sono ancora in fase di elaborazione del lutto per la perdita delle proprie posizioni di prestigio che non consente loro una analisi della realtà. Il Partito di Di Pietro ha tratto vantaggio da questo enorme casino appropriandosi di posizioni di "sinistra" che pur non gli sono congeniali, ma comunque capendo che doveva stare vicino ai lavoratori. Di Pietro si è speso nella vicenda Alitalia e questo è stato notato ed ha dato speranza a tanti. Qualcuno mi dice: e se votassimo per Di Pietro? Ma Di Pietro non può coprire il vuoto oggi ingombro dalla rovine della sinistra. Allo stato delle cose c'è una destra che ha fatto diventare sentire comune il suo odio per i poveri e per la giustizia e restano poche testimonianze di un'Italia diversa rappresentate da persone come Gad Lerner che sta conducendo una appassionata lotta contro i pregiudizi razziali, come Santoro, come Pietro Marcenaro che ha scritto una bella pagine di passione civile su Lampedusa, il Prof. Marino con la sua proposta di referendum, il gruppo del Manifesto, tutto il popolo disperso della sinistra comunista e laica. Ma come dicevo si tratta di testimonianze e ci vuole ben altro. Temo che una parte dell'elettorato del PD convertito da Treu, Letta, Rutelli e tanti altri "modernisti" alla causa della destra italiana confluirà del PDL di Berlusconi che diventerà un Partito-Regime. Pietro Ancona http://medioevosociale-pietro.blogspot.com/ www.spazioamico.it
  • Inviato in data angelo, 18 Febbraio, 2009 13:46:16
    Caro Carmine,io sono maturo da un bel po' per quanto riguarda Walter,che dall'inizio l'accusavo di torcicollo verso Berlusca....per il PIE ,per il momento vi sostengo..... Angelo da Atene
  • Inviato in data Carmine, 18 Febbraio, 2009 12:39:18
    Carissimo amoico Angelo vedo che sei pronto e maturo per il progetto PIE Aderisci e insieme ci accoriamo Il tuo amico Carmine da Londra