Privacy Policy politicamentecorretto.com - Pubblico registro automobilistico. A cosa serve? Interrogazione

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Pubblico registro automobilistico. A cosa serve? Interrogazione

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

 

Intervento della senatrice Donatella Poretti parlamentare Radicali - Partito Democratico, segretaria della Commissione Sanita'

Oggi ho rivolto, insieme al senatore Marco Perduca, un'interrogazione al ministro per la Pubblica Amministrazione e l'Innovazione, Renato Brunetta, a proposito del Pra, pubblico registro automobilistico, istituito nel 1927 e gestito dall'Aci, che si occupa di certificare la proprieta' delle autovetture immatricolate in Italia.
Ogni possessore di un autoveicolo ha ed e' tenuto ad avere, pero', anche il libretto di circolazione, che viene rilasciato dalla Motorizzazione civile (Ministero dei Trasporti) e che documenta la proprieta' dei veicoli.
Nei fatti, abbiamo una duplicazione di strutture e di produzione di atti che costano al contribuente e creano problemi all'utente, mentre sarebbe sufficiente aggiungere una riga che certifichi la proprieta' di un veicolo nel libretto.
Gia' nel 1995, l'abolizione del Pra e' stata oggetto di una proposta di referendum popolare, sostenuta dal movimento dei Club Pannella - Riformatori e dal mensile Quattroruote assieme ad altre 12 associazioni, che fu rigettata dalla Corte Costituzionale per "eterogeneita' della materia".
Ora, come suggeritoci dall'Aduc (Associazione per i diritti degli utenti e consumatori), chiediamo al Ministro se non intenda considerare l'unificazione dei due documenti di immatricolazione e di proprieta', l'unificazione dell'Archivio nazionale dei veicoli (Anv) e del Pra, e la privatizzazione dell'Aci, ente ora pubblico che ha proventi diversi, trasformandolo in libera associazione sottoscritta dai cittadini interessati. Sono proposte che consentirebbero la semplificazione delle procedure documentali e la riduzione delle spese per i cittadini automobilisti, e una razionalizzazione e riduzione della spesa pubblica relativa alla gestione amministrativa dei diversi uffici preposti.

Qui il testo dell'interrogazione: http://blog.donatellaporetti.it/?p=488

Invia commento comment Commenti (0 inviato)