Privacy Policy politicamentecorretto.com - Alla Camera il degrado Trenitalia in Calabria

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Alla Camera il degrado Trenitalia in Calabria

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

Il sottosegretario Mantovani: “Treni puntuali al 95%. Igiene e pulizia garantiti”.

Laratta (Pd): “Sono allibito. Il Governo non sa quello che dice”!

 

Alla Camera l’interpellanza urgente del deputato Franco Laratta sulla “grave situazione in cui versa la stazione trenitalia di Cosenza, dove sporcizia e abbandono regnano sovrani”.

 In evidenza anche la linea ferroviaria Paola-Cosenza che “opera in pieno disservizio, con ritardi e soppressioni quotidiani”. All’attenzione del governo anche le proteste dei passeggeri che “vivono sulla loro pelle le condizioni di profondo degrado, I ritardi dei convogli, la sporcizia,  I notevoli disservizi”. Questa la denuncia del parlamentare calabrese, al quale ha risposto per il Governo il sottosegretario alle infrastrutture  Mauro Mantovani.   Il sottosegretario ha smentito I dati della  denuncia dell’on.Laratta per affermare che  “nel periodo ottobre/novembre 2008, sulla linea Paola-Cosenza, I livelli di puntualità sono stati del 95%. Mentre per quando riguarda le soppressioni, tale eventualità si è verificata nell’ottobre 2008 nella stazione di Castiglione cosentino a causa di un principio di incendio che ha comportato il blocco della circolazione e la soppressione di quattro treni”.

Per quando riguarda la situazione della stazione fs di Cosenza, il sottosegretario ha parlarto di “più che soddisfacenti condizioni sia  di manutenzione che di igiene, decoro e pulizia. Mentre il problema veramente critico è costituito dalle  tante aree marginali esistenti. Di recente sono state avviate trattative con una ditta di cosenza per affittare l’area interrata ad uso posteggio custodito”.

“Sono allibito e scandalizzato da questa risposta” ha immediatamente replicato l’on. Laratta al sottosegretario Mantovani.  “Il governo dice cose senza senso, non conosce la realtà, ignora i profondi disagi che sono costretti a subire I passeggeri della linea Paola-Cosenza e delle altre linee calabresi. Ignora le denunce, le inchieste dei giornali, e posso dire come utente, che ogni settimana  prende il treno da Cosenza per Paola-Roma, che tutte le cose denunciate rispondono a verità. Ed inoltre: come fa il governo a dire che I treni puntuali sono il 95%? E come mai lo fa prendendo in esame solo 8 settimane del 2008? Sarebbe stato meglio analizzare un anno interno. Sarebbe venuta fuori la realtà. Fatta di treni sempre in ritardo, di tanti convogli cancellati all’ultimo momento, della rabbia dei passeggeri rimasti al freddo e anche di notte nelle stazioni. E vorrei consigliare al sottosegretario di  verificare le condizioni di igiene di quei treni che a Paola, A Lamezia o sulla linea Jonica calabrese sono vecchi di almeno 30 anni e sono veramente indecenti. Così come indecente e in pieno degrado risulta essere da anni la stazione fs di Cosenza”.

Laratta ha poi citato I dati rencentissimi di Altroconsumo. Secondo un'inchiesta di condotta dal 20 al 24 dicembre 2008 e dal 3 al 6 gennaio 2009, su 571 convogli monitorati in partenza da Bologna, Milano e Torino per Bari, Bologna, Napoli, Reggio Calabria e Roma, il 64% è arrivato in ritardo (Frecciarossa compresi)

 

Invia commento comment Commenti (0 inviato)