Privacy Policy politicamentecorretto.com - Cultura Pugliese per Madrid

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Cultura Pugliese per Madrid

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

 

Nei saloni che ospitano attualmente la mostra "La Moda e la cultura: un viaggio tra tradizione e ricerca" presso l’Istituto Italiano di Cultura di Madrid, l’Associazione Pugliesi in Spagna – presieduta da Massimo Salerno - ha organizzato una "due giorni" su "Bodini e la tradizione musicale salentina". A renderlo noto è il Comites di Madrid. Erano presenti ieri alla inaugurazione il ministro consigliere dell’ambasciata Giorgio Marrapodi, il direttore dell’Istituto di Cultura Giuseppe Di Lella e Aurelio Gianfreda, assessore alla Cultura della provincia di Lecce.
Ai loro interventi ha fatto seguito la proiezione di un video su "Madrid visto da Bodini" realizzato dall’Associazione Pugliesi in Spagna. Al termine della proiezione si è svolta una tavola rotonda su Bodini a cui hanno partecipato Antonio Giannone dell’Università del Salento, Pantaleo Luceri docente di Letteratura italiana e Massimo Salerno presidente dei Pugliesi in Spagna, con il coordinamento di Maria Rosaria De Lumè presidente dell’Istituto di Culture mediterranee di Lecce.
Questa sera, invece, spazio alla musica popolare salentina: il concerto del gruppo Lino Bramato Ensamble e una degustazione di vini e di prodotti gastronomici salentini concluderanno le giornate salentine a Madrid.

L'associazione Pugliesi In Spagna organizza una doppia serata in nome della cultura e della tradizione Salentina.

Lo scrittore Vittorio Bodini, salentino trapiantato per anni a Madrid e il tipico ballo del Salento che non poche similitudini incontra con il Flamenco: due punti di incrocio sui quali è utile fermarsi a riflettere.

In terra iberica per promuovere la tradizione musicale salentina e le opere di Vittorio Bodini con due serate a tema. Questa la finalità dell'iniziativa culturale che vede protagonisti gli assessorati alle Politiche Comunitarie e alla Cultura della Provincia di Lecce e l'istituto Italiano di Cultura di Madrid, in virtù della firma di apposito Protocollo d'intesa. Partners dell'evento l'Istituto di Culture Mediterranee, che ha stilato il programma e finanziato l'iniziativa, e il Comune di Cutrofiano che sarà presente con i prodotti dell'artigianato figulo.
Il programma delle serate organizzate all'Istituto Italiano di Cultura presso l'Ambasciata Italiana a Madrid, prevede per giovedì 26 febbraio, a partire dalle ore 20, l'apertura degli incontri da parte del direttore dell'Istituto Italiano di Cultura di Madrid Giuseppe Di Lella e dell'assessore alla Cultura della Provincia di Lecce Aurelio Gianfreda, a seguire si entra nel vivo degli incontri su Vittorio Bodini con la proiezione della presentazione audiovisiva "Madrid visto da Bodini", realizzato dall'Associazione Pugliesi in Spagna. Subito dopo è in programma una tavola rotonda sull'autore salentino a cui prenderanno parte Antonio Giannone dell'Università del Salento, Pantaleo Luceri, docente di Letteratura italiana e Massimo Salerno, presidente dell'Associazione Pugliesi in Spagna.
Prima della conclusiva degustazione di vini e di prodotti gastronomici salentini offerti dell'ente di Palazzo dei Celestini, ci sarà la proiezione della presentazione audiovisiva di "Vino Amaro" di Enzo Pezzuto.
La serata di venerdì 27 febbraio è, invece, incentrata sulla musica popolare salentina, e  include all'inizio un saluto da parte del direttore dell'Istituto Italiano di Cultura di Madrid, Giuseppe Di Lella e dell'assessore alle Politiche Comunitarie e all'Agricoltura della Provincia di Lecce Cosimo Durante, a seguire un intervento del direttore del Museo provinciale "Sigismondo Castromediano" Antonio Cassiano. Un concerto di musica popolare salentina del gruppo Lino Bramato Ensamble e una degustazione di vini e di prodotti gastronomici salentini concluderanno la giornata.


Invia commento comment Commenti (0 inviato)