Privacy Policy politicamentecorretto.com - Proposta dell’on. Franco Laratta (PD) a tutti gli eletti di Regioni e Parlamento, ai presidenti e ai Sindaci

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Proposta dell’on. Franco Laratta (PD) a tutti gli eletti di Regioni e Parlamento, ai presidenti e ai Sindaci

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

 


“Il momento è grave, facciamo qualcosa di concreto. Propongo di versare il 25% della nostra indennità base ad un fondo di solidarietà per l'intero 2009. Il fondo è destinato a coloro che hanno perso il lavoro. A chi si trova in grave difficoltà a causa della drammatica crisi che stiamo vivendo".

La platea chiamata in causa è quella dei 952 parlamentari nazionali, dei 78 europei e dei 1.129 consiglieri regionali. Per poi coinvolgere sindaci e presidenti di Provincia.

 Il taglio secondo l’on. Franco Laratta deve coinvolgere anche i manager pubblici e i grandi dirigenti dello Stato: "Tutti devono contribuire direttamente. Dobbiamo dare un segnale forte al Paese”.

Il deputato ha annunciato una mail con la proposta che invierà agli eletti a tutti i livelli.

Secondo il parlamentare calabrese: "Se tutti gli eletti aderissero con 2000- 2.500 euro a testa, arriveremmo quasi a 6 milioni di euro al mese. Più una cifra simile per il taglio ai dirigenti e manager pubblici. Lo so che adesso qualcuno mi accuserà di proposta demagogica, ma dobbiamo provare a fare qualcosa di concreto per quanti soffrono e sono alla disperazione. Questo noi possiamo fare a titolo personale, sperando che il Governo faccia proposte concrete per dare risposte forti a milioni di italiani che si trovano in condizioni molto gravi. Se vengono proposte del genere, tutti noi, al di là di ogni colore politico, non potremmo che approvarle immediatamente. ma devono ancora arrivare, non le vediamo!". 

Invia commento comment Commenti (2 inviato)

  • Inviato in data ORNELLA REVERBERI, 09 Marzo, 2009 23:02:44
    ERA UNA VITA CHE ATTENDEVO UNA PROPOSTA DEL GENERE DA PARTE DI UN POLITICO DELLA SINISTRA! IL METTERSI, FINALMENTENE, NEI PANNI DEI LAVORATORI E' IL GIUSTO INIZIO PER QUESTO PARTITO, MA NON BISOGNA FERMARSI ALLA DECURTAZIONE DEGLI STIPENDI, MA PROSEGUIRE VERSO UNA RIFORMA ANCHE DELLE PENSIONE DEI PALAMENTARI E DEI SENATORI, PER ADEGUARLE ESATTAMENTE ALLE NS., SOLO COSI'SARETE CREDIBILI. NON SI POSSONO CHIEDERE SOLO SACRIFICI AI LAVORATORI, RESTANDO IN UN'ISOLA FELICE. SPERANDO QUINDI CHE QUESTA INIZIATIVA SIA UN PRIMO PASSO, MI COMPLIMENTO PER IL CORAGGIO.
  • Inviato in data Salvatore Viglia, 09 Marzo, 2009 01:20:42
    Questa proposta è inserita nel programa politico delPartito degli Italiani dall'Estero (P.I.E). Trovo sensato ed opportuno averla avanzata da lei che è parlamentare. Complimenti! salvatore viglia