Privacy Policy politicamentecorretto.com - Schulz, Pitella e Garavini incontrano Libera e Flare: Un’antimafia europea per sconfiggere le multinazionali del crimine

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Schulz, Pitella e Garavini incontrano Libera e Flare: Un’antimafia europea per sconfiggere le multinazionali del crimine

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

 

„L’Europa può dare un grosso contributo alla lotta alla criminalità organizzata”, ha affermato Martin Schulz, capogruppo del PSE al Parlamento Europeo, assicurando che il contrasto alle mafie è una priorità del centrosinistra in Europa. Schulz insieme a Gianni Pittella, capogruppo della delegazione italiana nel gruppo PSE nel Parlamento Europeo, e Laura Garavini, capogruppo del PD in Commissione Parlamentare Antimafia, ha incontrato a Strasburgo una delegazione di Libera e Flare, guidata da Don Luigi Ciotti, Tonio dell'Olio, Davide Pati e Michele Curto per discutere di lotta alle mafie a livello europeo.

„È importante che il Parlamento e la Commissione Europea si attivino affinché la legislazione antimafia si armonizzi a livello europeo e consenta di contrastare efficacemente la globalizzazione del potere e degli interessi economici delle mafie“ ha sostenuto Don Luigi Ciotti presentando la delegazione di Libera impegnata da anni nella lotta alle mafie attraverso il coinvolgimento della società civile.

„Il PD sostiene la campagna di Libera per la promulgazione di una direttiva europea che preveda la confisca internazionale dei beni delle mafie e il loro riutilizzo a fini sociali.“ ha confermato l’eurodeputato Gianni Pittella. „Se è vero che le mafie dei diversi paesi, ed in particolare quelle italiane, hanno sviluppato sempre più la propria capacità di riciclare al di fuori del proprio paese i soldi frutto dell'attività criminale, è anche vero che il riutilizzo sociale dei loro beni infligge un danno netto, come succede in Italia da anni, al mito della mafia intoccabile e imbattibile.“
 
 “Le mafie non conoscono confini e sono sempre più delle potenti multinazionali del crimine” ha sostenuto l’onorevole Laura Garavini “ecco perché é necessario che l’antimafia, anche a livello legislativo, si globalizzi e sappia precedere e sconfiggere la criminalità organizzata anche e soprattutto a livello internazionale”.

Gli esponenti del PD hanno anche aderito anche all’idea di proclamare il 21 marzo “Giornata Europea dell’impegno e della memoria delle vittime delle mafie” sull’esempio di quanto già introdotto da Libera in Italia, che proprio sabato scorso ha visto sfilare a Napoli più di 150mila persone tra cui molti giovani provenienti anche da paesi europei al di fuori dell’Italia.

Invia commento comment Commenti (0 inviato)