Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

CALCIO: CIOCCHETTI, ARBITRO DOVEVA SOSPENDERE JUVENTUS- INTER

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

 

 

“Perché l’arbitro Farina non ha chiesto la sospensione della partita come prevede il decreto antiviolenza? Avrebbe potuto farlo, ma forse non ne ha avuto il coraggio. D'altronde cosa gli sarebbe successo se, dopo i cori razzisti a Balotelli, avesse mandato tutti negli spogliatoi, decidendo così le sorti del match-scudetto? Ha preferito far finta di niente, lasciando correre. ”  Così il deputato Luciano Ciocchetti, responsabile nazionale Udc per lo sport,  commenta i cori razzisti rivolti contro Mario Balotelli durante la partita Juventus – Inter. “Le norme per contrastare qualsiasi forma di violenza avvenga in occasione di una partita di calcio, anche all’esterno dello stadio,  ci sono. Il problema è che spesso e volentieri non vengono applicate. Rimane il fatto che la mancanza di una vera cultura sportiva, che spesso si traduce nel mancato rispetto dell’avversario, fatto oggetto di offese e peggio ancora di insulti razzisti,  è uno dei tanti motivi che spiegano perché l’Italia calcistica sia, per esempio, così indietro all’Inghilterra o ad altri paesi europei. Ci vuole un’opera di rieducazione ai veri valori dello sport, ad iniziare dalle scuole - conclude Ciocchetti - ma anche più coraggio da parte degli addetti ai lavori nel prendere decisioni anche eclatanti.”

 

Invia commento comment Commenti (0 inviato)