Privacy Policy politicamentecorretto.com - TERREMOTO: E SE RINUNCIASSIMO A 131 AEREI CACCIABOMBARDIERI?

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

TERREMOTO: E SE RINUNCIASSIMO A 131 AEREI CACCIABOMBARDIERI?

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

ECCO COME TROVARE I SOLDI NECESSARI PER LA RICOSTRUZIONE IN ABRUZZO

 

 

Ci si affanna a cercare fondi per la ricostruzione, senza pesare sui cittadini con nuove tasse (anche se non sarebbe scandaloso un contributo dei redditi più alti, a cominciare dai parlamentari). Eppure, una soluzione ci sarebbe. E da sola basterebbe a finanziare la ricostruzione dell’Abruzzo, oltre a fronteggiare i drammatici effetti della crisi economica, che è già sparita dalle pagine dei giornali, ma non per questo è meno grave, soprattutto per le famiglie.

Si tratterebbe di bloccare la spesa approvata in gran silenzio dalle Commissioni Difesa della Camera e del Senato per l’acquisto di 131 aerei cacciabombardieri dal costo di 100 milioni di euro l’uno (con il costo di un aereo si potrebbero costruire 400 asili nido o pagare l’indennità di disoccupazione a 80 mila precari). Visto che la Guerra fredda è finita e che non dobbiamo invadere la Cina, rinunciare a questi aerei d’attacco (meglio noti con la sigla F-35), in grado di trasportare ordigni nucleari, ci consentirebbe di ricavare risorse per oltre 12 miliardi di euro. Esattamente il fabbisogno stimato per la ricostruzione in Abruzzo.


da famiglia cristiana

http://www.sanpaolo.org/fc/0917fc/0917fc03.htm

 

Invia commento comment Commenti (0 inviato)