Privacy Policy politicamentecorretto.com - Laura Garavini insieme a Pollice e Vitellaro ad Hannover

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Laura Garavini insieme a Pollice e Vitellaro ad Hannover

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

Tanti italiani in piazza per dire No al razzismo e ai neonazisti

 

„È bello che tanti della comunità italiana di Hannover siano scesi in piazza insieme al sindacato tedesco DGB per dire No al razzismo e ai neonazisti che volevano abusare del 1° maggio con un loro comizio proprio ad Hannover”. Sono queste le parole dell’on. Laura Garavini (PD) eletta nella circoscrizione Europa che insieme al sindacalista Giovanni Pollice, al segretario del PD locale Santo Vitellaro e ad una trentina di altri italiani ha partecipato alla manifestazione del DGB nel capoluogo della Bassa Sassonia. Il sindacato tedesco aveva chiamato alla manifestazione per dare un segno chiaro contro la xenofobia oltre che a manifestare per una politica più sociale che non scarica i costi della crisi attuale sui lavoratori.

 

“Bunt statt braun”, multicolore invece del marrone dei neonazisti tedeschi – è stato questo uno degli slogan più rappresentativi nella manifestazione a cui hanno partecipato quasi 20 000 manifestanti. “Con grande civiltà sono scese in piazza persone di ogni età per dare un segno chiaro contro ogni tipo di neonazismo. Hanno manifestato per un’Europa aperta e multiculturale e contro ogni tentativo della destra di abusare della crisi economica attuale per aizzare contro gli stranieri. Gli italiani in Germania dicono No ad ogni forma di xenofobia e ad ogni tentativo di gruppi neonazisti di fare propaganda”, ha sottolineato Giovanni Pollice.

 

“È un importante successo della grande mobilitazione del DGB che i neonazisti si siano ritirati e non abbiano trovato spazio ad Hannover dopo che la Corte Costituzionale tedesca aveva in extremis interdetto il loro comizio”, è stato il commento di Santo Vitellaro. Il futuro leader del sindacato chimico tedesco, Michael Vassiliadis, ha puntato nel suo discorso su una politica più sociale: “Una riconquista della giustizia sociale, proprio adesso nella crisi, è anche un’importante prevenzione contro ogni forma di neonazismo e di xenofobia”.

Invia commento comment Commenti (1 inviato)

  • Inviato in data Carmine Gonnella , 04 Maggio, 2009 14:29:08
    Onorevola Garavini il razzismo ha ben altre origini, in primis la famiglia e poi la scuola Non basrerebbero altre mille manifestazioni a debellarla dalla faccia della Terra