Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

CHAMPIONS : CIOCCHETTI; ”IL COLOSSEO E CIRCO MASSIMO NON SONO GARDALAND”

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

 

 “La bagarre di dichiarazioni attorno all’eventualità di adibire l’area del Colosseo e gli altri siti archeologici della capitale a parco-giochi, nei giorni a ridosso della Finale di Champions League, dimostra la poca chiarezza d’idee all’interno del PDL.” - è quanto dichiara il Segretario Regionale UDC On. Luciano Ciocchetti – “Le frasi del sindaco Alemanno, in apparente contrasto con quelle del Sottosegretario ai Beni Culturali Francesco Giro lasciano sbigottiti. Qual è il livello di comunicazione all’interno della maggioranza? - prosegue l’esponente UDC - Oltretutto, l’idea di fare di un’area di così alto valore archeologico una location per party e feste mi sembra totalmente inappropriata. Una delle finaliste è certamente inglese, quindi il rischio hooligans è reale e dovrebbe preoccupare non poco. Non si può correre il rischio - incalza Ciocchetti - di veder per sempre rovinati il Colosseo o il Circo Massimo solo per garantire ai presenzialisti di turno un “red carpet” d’eccezione. La storia di Roma merita rispetto. In alternativa propongo di utilizzare zone al di fuori del centro storico - conclude l'esponente UDC - Perché non valutare l'ipotesi di sfruttare un'area verde, comunque vicina allo Stadio Olimpico, come Villa Panphili?”

Invia commento comment Commenti (0 inviato)