Privacy Policy politicamentecorretto.com - Grande successo per L’Energy-Med

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Grande successo per L’Energy-Med

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

 

 

La terza edizione dell’ Energy-Med - Mostra Convegno sulle Fonti Rinnovabili e l'Efficienza Energetica, che si è tenuta presso la Mostra d'Oltremare di Napoli, ha riscosso un grande successo.
L’evento, organizzato per promuovere la sostenibilità energetica nel Mediterraneo ed in particolare nel Sud Italia, ha visto ricercatori, scienziati, enti pubblici e imprese, provenienti da ogni parte del mondo.
L’affluenza di pubblico è stata notevole e ciò è da attribuire alla positiva campagna di comunicazione below the line, messa a punto per avvicinare la popolazione a temi di sviluppo eco-sostenibile.
La sensibilizzazione nei confronti delle “energie pulite” è in costante crescita negli ultimi anni nel nostro Paese. Il rispetto dei dettami tracciati nel Protocollo di Kyoto che prevede l’obbligo per i paesi industrializzati di diminuire l’emissione di biossido di carbonio e dei gas serra al 5,2% rispetto alle emissioni registrate nel 1990, sta spingendo i governi a realizzare politiche energetiche maggiormente rispettose dell’ambiente.
Il programma della manifestazione ha visto convegni, workshop, tavole rotonde, incentrate principalmente su tecnologia solare, eolica, biomasse, ed EcoBuilding( costruzioni a basso impatto ambientale).
In particolare è stato dato molto spazio al termosolare che, sfruttando il sole come fonte energetica inesauribile, abbina il risparmio monetario, alla riduzione dell’inquinamento generato dagli idrocarburi.
L’installazione di pannelli termosolari, infatti, produce diversi benefici: riduce l’emissione di CO2, ossidi di zolfo, azoto e pm10. Inoltre se consideriamo che il costo di un impianto temosolare si ammortizza in 5-8 anni, visto che la durata minima è di 15-20 anni, diventa facile ed economico salvaguardare l’ambiente senza rinunciare alle nostre comodità.
Oltre al risparmio sulle bollette di elettricità e gas (stimato intorno all’80-95% nelle stagioni a media insolazione e addirittura al 100% in quelle più soleggiate), il termosolare garantisce un buon margine di guadagno in caso di vendita dell’immobile, visto che la presenza di questo tipo di impianti ne aumenta il valore commerciale.
Un altro strumento molto utile, capace di diminuire i danni provocati dai combustibili fossili, sono le biomasse. Queste si servono di ogni genere di materie prime che vengono poi trasformate in energia pulita:scarti agricoli, industriali, rifiuti urbani, rami secchi, vegetali.
Nonostante balzi subito agli occhi l’utilità di realizzare impianti a biomassa, per ridurre l’emissione di anidride carbonica nell’atmosfera, sono sorte polemiche per il progetto che prevede la costruzione della centrale di Atena Lucana, in quanto i residenti chiedono che venga effettuata la Valutazione di Impatto Ambientale”, visto che si tratta di un paese confinante con il  Parco Naturale del Cilento.
Questa ennesima polemica evidenzia come sarebbe necessaria una maggiore armonia tra politiche istituzionali e popolazione, visto che l’interesse di entrambi dovrebbe essere la produzione di energia pulita che salvaguardi il nostro futuro

Invia commento comment Commenti (0 inviato)