Privacy Policy politicamentecorretto.com - Asili nido. Bene il ministro Carfagna, si ricordi anche dei voucher, tages mutter e delle attuali umilianti detrazioni fiscali

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Asili nido. Bene il ministro Carfagna, si ricordi anche dei voucher, tages mutter e delle attuali umilianti detrazioni fiscali

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

Intervento della senatrice Donatella Poretti, Parlamentare Radicali - Partito Democratico, segretaria della Commissione Igiene e Sanita'

Ha fatto bene il ministro per le Pari Opportunita', Mara Carfagna, ad intervenire per le politiche all'occupazione femminile prevedendo lo stanziamento di 40 milioni per gli asili condominiali, interventi collegati tra loro come abbiamo da sempre sostenuto anche nel dibattito sull'equiparazione dell'eta' pensionabile, interventi indicati anche dagli obiettivi di Lisbona.
Non solo in Italia e' praticamente impossibile riuscire ad accedere ad un nido pubblico, ma anche la possibilita' di detrarre dalla denuncia dei redditi l'iscrizione e la retta e' umiliante. Si puo' detrarre infatti il 19% per un tetto massimo di spesa all'anno di 632 euro, corrispondente nella maggior parte dei casi al pagamento di una mensilita' di un nido privato. Ma che non copre  neppure quello pubblico le cui rette mensili oscillano dai 150 fino a 500 euro. Una media di 300 euro per il nido pubblico per 11 mensilita' fa superare comunque i 3 mila euro all'anno!
Peggio per gli anni seguenti, visto che le detrazioni per l'istruzione scolastica ricompaiono solo alla scuola secondaria, le spese per i bambini praticamente scompaiono per le detrazioni fiscali, ma non per le famiglie.
L'attuale situazione economica e politica rischia di penalizzare per l'ennesima volta le donne e soprattutto le donne madri che, per esser tali, spesso sono costrette ad abbandonare il lavoro.
Inoltre i servizi alternativi agli asili sono praticamente inesistenti. Sono circa un migliaio i voucher di 1.500 euro che la Regione Toscana da gennaio 2008 eroga direttamente alle famiglie. Le "tages mutter"  (la mamma che offre educazione e cura ai bambini di altri presso il proprio domicilio) sono, per esempio, presenti ed economicamente sponsorizzati nel Comune di Firenze, nelle province di Trento e Bolzano e nella Regione Lazio, ma praticamente inesistenti sul territorio nazionale.

Invia commento comment Commenti (0 inviato)