Privacy Policy politicamentecorretto.com - Firenze. Studente ferito in manifestazione non autorizzata, come si sono svolti i fatti? Interrogazione

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Firenze. Studente ferito in manifestazione non autorizzata, come si sono svolti i fatti? Interrogazione

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

Intervento della senatrice Donatella Poretti, parlamentare Radicale - Partito Democratico

 

 

Con il senatore Marco Perduca, abbiamo depositato un'interrogazione rivolta al Ministro dell'Interno, per chiedere di sapere come siano andate le cose in occasione di una manifestazione organizzata, ma non preavvisata ne' autorizzata, l'11 maggio scorso a Firenze, da una cinquantina di studenti delle scuole medie superiori appartenenti alla rete dei collettivi studenteschi per protestare contro la soppressione degli spazi autogestiti nelle scuole. Un corteo che ha visto momenti di tensione sfociati in cariche da parte della Polizia, una sassaiola ingaggiata dai manifestanti che ha provocato il danneggiamento di un mezzo della Polizia e il ferimento di un agente, un bilancio  di 19 studenti denunciati e uno, minorenne di 16 anni, soccorso dal 118 che denuncia di essere stato colpito con calci, pugni e manganellate anche al viso da un agente. Certo, la manifestazione non era autorizzata, ne' probabilmente i manifestanti erano campioni di nonviolenza, ciononostante qualche
interrogativo sulla condotta degli agenti di Polizia in questa occasione e' bene porselo,  per capire se non si sia trattato di una reazione squilibrata e "gratuita" e se in questo caso si sia tenuto nel debito conto il diritto  di ogni cittadino all'incolumita' personale che lo Stato ha comunque il dovere di garantire. Abbiamo percio' chiesto al Ministro come si siano svolti i fatti e se sia possibile ricostruire, attraverso indagini interne o riprese video a disposizione delle autorita', nello specifico quello che sia accaduto allo studente ricoverato.

Qui il testo dell'interrogazione: http://blog.donatellaporetti.it/?p=641

 

Invia commento comment Commenti (0 inviato)