Privacy Policy politicamentecorretto.com - Paride De Masi Presidente del Distretto regionale dell’energia rinnovabile

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Paride De Masi Presidente del Distretto regionale dell’energia rinnovabile

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

 

 

 

È  Paride De Masi il Presidente del neo costituito Distretto regionale dell’energia rinnovabile che ha già ottenuto il primo riconoscimento da parte della Regione Puglia e che accorpa aziende del settore di tutte le organizzazioni datoriali e rappresentanti del sistema universitario e delle organizzazioni sindacali.

 

De Masi è Presidente ed Amministratore Delegato Italgest, azienda leader nella produzione di energie rinnovabili, nonchè Presidente del Comitato Energia di Confindustria Puglia e Coordinatore nazionale per l'Energia da Fonti Rinnovabili di Confindustria Nazionale.

 

"Esprimo a nome della Confapi Bari la nostra più grande soddisfazione per questa importante iniziativa - dichiara il Presidente dell’Associazione, Erasmo Antro. "Ci attende ora - sottolinea Antro  - un importante lavoro per far partire le attività del Distretto e soprattutto per selezionare i progetti più significativi proposti dal Sistema delle Imprese”.

 

“Le fonti rinnovabili –  dichiara  De Masi – rappresentano uno dei principali fattori di competitività della Puglia. Il Distretto nasce proprio per creare un polo industriale di riferimento qualificato per l’utilizzo di tali fonti e per rispondere alle esigenze di innovazione del mercato dell’energia. Le competenze che opereranno all’interno del Distretto potranno attivare quei processi innovativi utili allo sviluppo sostenibile del territorio pugliese contribuendo a migliorare la qualità della vita di  tutti, dando un forte impulso alla crescita occupazionale”.

Invia commento comment Commenti (0 inviato)