Privacy Policy politicamentecorretto.com - La squadra argentina dell`Estudiantes de La Plata ha vinto la sua quarta Coppa Libertadores

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

La squadra argentina dell`Estudiantes de La Plata ha vinto la sua quarta Coppa Libertadores

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

 

La squadra argentina dell`Estudiantes de La Plata ha vinto la sua quarta Coppa Libertadores, battendo 2-1 i brasiliani del Cruzeiro di Belo Horizonte. Henrique ha segnato al 51` l`unica rete della formazione brasiliana, mentre per la squadra di La Plata, guidata dalla "Brujita" Juan Sebastian Veron, hanno segnato Gaston "La Gata" Fernandez al 56` e Mauro Boselli al 72`. La partita si e` giocata allo stadio Mineirao di Belo Horizonte, davanti a 67 mila spettatori. L`incontro di andata era finito 0-0.
Dopo un primo tempo sostanzialmente equilibrato, con i brasiliani impegnati a controllare il possesso di palla e gli argentini guardinghi e attenti in fase difensiva, la squadra di casa fa esplodere i 40.000 del Minerao trovando il vantaggio con Henrique grazie a un tiro da fuori che, complice una lieve deviazione del difensore Desabato, sorprende il neo portiere del Catania ed ex Palermo Mariano Andujar. Però,Juan Sebastian Veron riprende la bacchetta in mano e illumina il palcoscenico. Prima, col suo meraviglioso destro, trova l'accorrente Cellay sul lato debole della difesa cruzeirense, il terzino mette in mezzo e “La Gata” Fernandez anticipa la sonnecchiante retroguardia in maglia blu zittendo tutto lo stadio.Brujita Veron, giunge sulla testa del capocannoniere del torneo, Mauro Boselli  che trova il fondo della rete e fa piangere di gioia, quasi mezzo secolo dopo, tutta La Plata, tornata sul tetto del Continente americano.

Invia commento comment Commenti (0 inviato)